fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
31 agosto 2018 , ,

Universound

ELEFUNK

24 Maggio 2018 - Bananophono

universound elefunkInteressantissimo esordio per il giovanissimo quintetto anconetano Universound, composto da membri classe 1996 (Leonardo Carletti voce/sax, Davide Ballanti chitarre, Isaak Affan tastiere, Alessandro Della Lunga batteria) e addirittura da un ’97 (il bassista Samuele Brunori). Il full lenght di debutto, “Elefunk”, è un disco che trasuda una tecnica eccelsa mai fine a se stessa, ma anzi veicolo per una creatività e un gusto rari. Tra funk, fusion e atmosfere che spaziano dal jazz alla world music, la band propone un viaggio cosmico in sette brani autografi influenzati da un visionario allineamento di pianeti. In un disco di livello complessivamente molto alto spicca High Funk (Monkey Town), probabilmente il sunto di tutte le molteplici influenze del gruppo, che martella con i groove di basso e batteria fra cui s’incastrano le tastiere cariche di effetti elettronici, le chitarre wah, il tappeto di sax e il testo in italiano (saggia l’alternanza con l’inglese in tutto il disco). Interessante anche il brano Signorina, che oscilla tra ritmi shuffle, walking di basso e un intro à là “Pierino e il Lupo”, e la ballad Let Us Take You Home. D’eccezione anche la traccia bonus, Slang, scritta dal rapper Fatty Sniper (al secolo Matteo Piangerelli) e suonata alla beatbox da JBeat (John Michael Mawushie). Un’alba più che radiosa per questa band, chiamata ora al non semplice compito di confermarsi nei prossimi album.


Riccardo Resta

Video

Inizio pagina