fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
12 dicembre 2016 , ,

Arid Garden

DIFFERENT DISTANCE

11 settembre 2016 - Autoproduzione

Una piccola, deliziosa, delicatissima perla, questo EP degli Arid Garden: quattro tracce la cui durata media spesso supera i 6 minuti (per 20 minuti complessivi dell’opera), dando così modo ai musicisti di esprimersi al massimo delle loro potenzialità virtuosistiche e creative. Il giardino è tutt’altro che arido, anzi: siamo di fronte a un vivaio rigoglioso e festoso di fiori colorati che custodiscono i profumi del delicato jazz acustico e un po’ latin degli Everything But The Girl, i virtuosismi vocali di una Lisa Stansfield, un tocco trip-hop vagamente alla Portishead, la classe tutta soul di Basja, un tocco di follia dei Rip Rig + Panic, quella melanconia latente dell’opera d’esordio di una Chiara Civello, il tutto sorretto da arpeggi chitarristici che ogni tanto si concedono divagazioni impreziosite da sentori di progressive rock e Canterbury sound.

Ecco: le coordinate sono tutte queste e sono tante. Siamo di fronte a un’elegante opera di jazz melodico costruito attorno a una splendida voce femminile. Loro sono: Anaïs Del Sordo alla voce, Davide Cotroneo (principale fautore e coordinatore del progetto) alla chitarra, Giovanni De Luca al basso e Vincenzo Messina alla batteria. L’album è stato registrato “live in studio”: nessuna sovrincisione, nessuna post-produzione, una notevole componente di improvvisazione. Insomma: non c’è trucco, non c’è inganno… Loro sono bravi sul serio.

 

Alberto Sgarlato

Social    


Audio

Video

Inizio pagina