fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
15 gennaio 2017 ,

The Slaps

DECLARATION OF LOSS

25 novembre 2016 - Dischi Soviet Studio

Un basso e una batteria che scapicollandosi supportano due chitarre taglienti che si inseguono, si trovano, si sovrappongono, ma soprattutto erigono un muro del suono potente e compatto. Il tutto a fiancheggiare le parti cantate in inglese che hanno il dono felice dell’orecchiabilità e della melodia. Questo è “Declaration of loss”, dei padovani The Slaps, una mezz’oretta (abbondante) di quel neo punk che persa la connotazione rivoluzionaria e ribellistica settantasettina, si è ripulito da marciume e violenza per approdare a lidi più canzonettistici. Siamo nell’anticamera dei Green Day, per capirci, con qualche deriva garagista e una spolverata di grunge.

Innegabili, però, sono una certa piacevole freschezza e le divertenti soluzioni chitarristiche che in ogni brano, per lo più veloce e sostenuto, creano quasi sempre piccole trasgressioni trasversali che arricchiscono l’ascolto. Bella anche I’m to Blame ballata semiacustica Barrettiana e un po’ sghimbescia, unico brano che si differenzia dagli eccessi rumorosi del gruppo portante. Un album breve, fresco e piacevole, che chi ama i già citati Green Day, i loro affini, e il neo punk ripulito e tirato a lucido, non potrà fare a meno di notevolmente apprezzare. 

 

Maurizio Pupi Bracali

Audio

Video

Inizio pagina