fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
21 maggio 2014

Ronny Taylor

DATECI I SOLDI

2013 - Autoproduzione

Ronny Taylor  DATECI I SOLDI Ronny Taylor sono dei paraculi: hanno riciclato l’immagine cover di “Songs for the deaf”, terzo album dei Queens Of The Stone Age, sapendo che così facendo non sarebbero passati inosservati. Però il rapporto tra i torinesi e il gruppo di Josh Homme si limita quasi esclusivamente alla copertina: infatti tutte le tracce rimandano più all' hard rock anni settanta (Deep Purple ...) irrorato con alcuni sprazzi progressive. Quello dei Ronny Talyor è un cazzutissimo rock strumentale in cui i riff heavy metal, i sinth e le influenze funky coprono egregiamente l’assenza della voce. L’intero album è un esperimento coraggioso, partendo dai titoli dati alle tracce, Power Rangers e My Chemical Orecchioni in primis, totalmente folli. Ronny Taylor si sono divertiti a trovare i nomi più bizzarri per i loro brani (Burkina Puzzle), pura scuola Frank Zappa (quello di Don’t Eat the Yellow Snow, oppure della goliardica Tengo una minchia tanta), che contengono però tanto studio e fantasia e rivelano una bravura tecnica micidiale. In “Dateci i Soldi” gli strumenti sono amalgamati in maniera perfetta (1945); Burkina Puzzle tuttavia, a nostro avviso, poteva fare a meno di un'eccessiva pesantezza delle chitarre heavy, che danneggia il risultato finale. Dateci i Soldi  è un album audace, geniale, un’ottima prova che mantiene alto il livello della musica indipendente in Italia.

Andrea Ghignone

Audio

Inizio pagina