fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
13 dicembre 2016 , ,

Chaos Being

CHAOS BEING

30 settembre 2016 - Habanero Factory

Appena messo il loro primo, omonimo, disco nel lettore e premuto "play", ci si accorge immediatamente che con i Chaos Being le etichette proprio non funzionano. La giovane band milanese, costituitasi nel 2014, produce un suono che spazia dal nu metal al grunge, con venature punk e stoner molto ben amalgamate. 

Eppure, il loro sound è veramente molto difficile da categorizzare, il ché è esattamente quello che il quartetto voleva. Il groove violento, aggressivo e rabbioso dei Chaos Being tiene dentro un po' tutto (dai Soundgarden ai Dream Theater passando qui e là per i Queens of The Stone Age), senza però permettere all'ascoltatore munito del rigido (e, alle volte, vuoto) decalogo musicale contemporaneo di aprire l'abbecedario e dire: "questi stanno bene qui!".

Dalla voce a tratti punk a tratti growl, dalla batteria incalzante, dalle chitarre potenti (che non disdegnano anche riff più delicati), e dal basso distorto dei Chaos Being viene fuori un suono del tutto personale (sintetizzato perfettamente nel paradigmatico singolo Don't Understand), che può piacere o meno, ma dà esattamente la cifra particolare della band e ne rappresenta l'unicità nel panorama musicale italiano e non solo. 

Una band, insomma, libera da schematismi, capace di coniugare perfettamente le influenze chiaramente eterogenee dei quattro membri del gruppo, sintetizzando il tutto con un sound che, almeno a memoria dello scrivente, non ha termini di paragone. Una qualità da non sottovalutare.

Riccardo Resta

Social      Habanero Factory             


Audio

Video

Inizio pagina