fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
12 maggio 2016 ,

Roberta Carrieri

CANZONI SU COMMISSIONE

22 aprile 2016 - Adesiva Discografica /Self distribuzione

A Roberta Carrieri piacciono le sfide: dopo il precedente ottimo album “Relazione complicata” (2013) ispirato al libro Donne che amano troppo della psicoterapeuta americana Robin Norwood (acquistato nel 2014 dopo aver apprezzato il suo concerto in duo con Andy dei Bluvertigo al mai troppo lodato festival “Su la testa” di Albenga), ecco che la cantautrice pugliese, (ma milanese di adozione) si cimenta, con questo terzo album, (il primo è “Dico a tutti così” del 2009), in una nuova interessantissima impresa. “Canzoni su commissione” tiene infatti totalmente fede al titolo proponendo dodici brani i cui temi narrativi non sono altro che degli spunti realmente “commissionati” da amici e persone che gravitano intorno alla sfera artistica di Roberta CarrieriEcco così che viene fuori un’operina deliziosa dominata dalla voce di Roberta, brillante come non mai, fresca come una ventata di aria pura e forte di una limpidezza di dizione quasi senza eguali nel panorama nazionale.

 

Proposta arricchita dai testi più che interessanti nati dai temi commissionati e da una musica cantautorale “leggera”, senza orpelli, ma al contempo originale e personalissima.

Difficile selezionare un brano piuttosto che un altro nella compiutezza dell’album; sforzandoci le nostre preferenze vanno alla rockeggiante Batman (commissionata dal produttore discografico Alberto Pugnetti) brano che mette a nudo la fragilità degli uomini (nel senso di maschi), l’ariosa In fondo al cielo, (su commissione di Michele Mozzati del duo satirico Gino & Michele) mentre il giornalista Nicola Morisco ha ispirato il delizioso quadretto di vita on the road di Vita da cantautrice. Ancora tra i committenti troviamo Andy Fumagalli (Bluvertigo, Fluon) che ispirando Nel blu ha dato adito alla Carrieri di comporre una storia di depressione e suicidio che bandisce la tristezza essendo di una levità assoluta, e Simone Cristicchi che ispirando Amore e morte ha fatto nascere una delicata ballata, sull’amore tra un necroforo di paese e una ragazza un po’ triste che portava i fiori al cimitero. La suggestiva ninna nanna Dora Oma (commissionata dall’amico Gianni Opitz) conclude degnamente un album che tra ballate, momenti più tirati e un pizzico di elettronica si distingue per freschezza, per un’ironia sottintesa e per l’orecchiabilità di queste dodici canzoni di assoluta piacevolezza.

Maurizio Pupi Bracali

Official       Social      

Adesiva Discografica   


Audio

Video

Inizio pagina