fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
16 agosto 2018

The King Mooses

ANOTHER PLASTIC SUNDAY

13 Maggio 2018 - Sad Men Walking Records

king moosesThe King Mooses nascono a Terni all’inizio del 2013 grazie ai cugini Fabio Deriu (chitarra) e Michele “Rex” Deriu (batteria) a cui si uniranno, dopo vari rimescolamenti nella line up, Simone Betti (basso) e Daniele De Marinis (voce e chitarra). “Another Plastic Sunday” è il primo album della band, pubblicato il 13 aprile dalla label bolognese Sad Men Walking Records e registrato negli Busthard Studios di Terni. I tredici brani condensano innumerevoli suggestioni, esperienze e ascolti  che definiscono le proprie ideali coordinate spazio temporali nella new wave, nel rock seventies di stampo XTC e nel punk, il tutto filtrato attraverso una sensibilità indie che ricolloca il disco in un tempo presente. Con l’opener Matilda sembra di risentire gli Strokes di “Is This It”, così come la successiva A Thorn Inside, con Dancing With My Mind siamo in un territorio post punk vicino agli Interpol meno oscuri e con un ritornello catchy. In The City accende una luce british su un riff che funziona nella sua semplicità, Another Stupid Song è la malinconia riflessa sulla superficie di una strada appena bagnata dalla pioggia, Stumble And Rise To Your Feet è punk metropolitano e Love Is Like An Hourglass ha chitarre che attivano reminiscenze di Johnny Marr. In chiusura la traccia più lunga Roll The Dice (Are You Scared?) con la sua coda strumentale è il paradigma delle buone potenzialità di The King Mooses. Al netto di qualche passaggio un po’ troppo derivativo che risente della ricerca di una strada personale, “Another Plastic Sunday” è un buon inizio da cui siamo sicuri scaturiranno in futuro risultati ancora più interessanti.

 

Giuseppe Rapisarda

Video

Inizio pagina