fermoposta.it → inviati dalle band
Migliora leggibilitàStampa
26 gennaio 2016 ,

Earth Beat Movement

70BPM

20 gennaio 2016 - Autoproduzione

Earth Beat Movement 70BPMSi suona senza fronzoli in questo album, senza arabeschi o orpelli e ci si avvale della facoltà di non deviare dal ritmo in levare tanto caro al reggae. Si suona in funzione della bella e fresca voce di Irene “MisTilla” Bisori proponendo una cinquantina di gioiosi minuti skankeggianti e non poco coinvolgenti.

Se il singolo Selfie uscito fin dallo scorso giugno è rappresentativo del reggae praticato dal gruppo toscano, sono almeno altri tre o quattro i brani che meriterebbero la visibilità del singolo a cominciare dal delizioso raggamuffin 1000 miles passando per Give gratitude, You’ve got the fire e terminando con l’unico brano cantato in italiano, il rock steady saltellante Un sorriso in più che in tre minuti si divora in un boccone l’intera discografia di Giuliano Palma e i suoi Bluebeaters e che se avesse la fortuna di passare in radio diventerebbe il prossimo tormentone estivo e per una volta non sarebbe un difetto.

Ma c’è dell’altro: Missy bun down, replicata anche in versione dub a fine album se la gioca coi migliori UB40, Pull up flirta con un certo hip-hop, 70 bpm che intitola l’album abbandona la Giamaica per l’Africa pop di Angelique Kidjo, e un paio di special guest: Jahcoustix (Heal your heart) e Raphael (Beatiful ladies) arricchiscono un album di grande freschezza e piacevolezza con testi improntati al “penso positivo” come positive sono le vibrations che emana questa nuova prova degli Earth Beat Movement.

Maurizio Pupi Bracali

Social      


Audio

Video

Inizio pagina