Migliora leggibilitàStampa
3 marzo 2019 ,

Recensioni – Weezer: “The Black Album” [a cura di Giulia Bui]


wzr-blackalbum-cover-1600pxStati Uniti

Atlantic Records (1 Marzo 2019)

 

Festeggiano i 25 anni di carriera i californiani Weezer pubblicando il loro tredicesimo album: “Weezer (The Black Album)”.  La personalità vulcanica di Rivers Cuomo rende non etichettabile il disco: il rock è ovviamente di casa, ma dal primo all’ultimo brano si ascolta sempre qualcosa di differente. Si parte con Can’t Knock The Hustle, un suono più messicano che sud californiano. Più che Zombie Bastards e High As A Kite il miglior brano dell’album è Living in L.A.: pop-rock di grande qualità. Piece Of Cake e I’m Just Being Honest sono due classiche ballads di stampo californiano. In Byzantine il ritmo e i cori di Bell e del bassista Shriner rimandano a musicalità spagnoleggianti. California Snow è l’epilogo dell’album: suoni hip hop e r’n’b. “The Black Album” è un viaggio attraverso generi diversi, ma alla fine profondamente californiani.    Voto: 7,5

 

Video

Inizio pagina