Migliora leggibilitàStampa
30 marzo 2019 ,

Recensioni – Ananda Mida: “CATHODNATIUS” [a cura di Riccardo Resta]


46725855_1940521976062552_4936231764700954624_nItalia

12 Gennaio 2019  (Go Down Records)

 

Che ci si trovi fronte a un album complesso, spigoloso, che racchiude tante cose al suo interno lo si capisce fin dal primo sguardo alla copertina, una specie di “Guernica” interpretata in chiave personale. Gli Ananda Mida con il nuovo “Cathodnatius” ci propongono il loro personale concetto di stoner-rock: nervoso, incalzante, a tratti ansiogeno. Cinque tracce corpose di cui una particolarmente lunga (Doom and the Medicine Man), un concentrato di riff di chitarra prepotenti (The Pilot), viaggi cosmici dall’ottimo sapore psichedelico (Blank Stare, Pupo Cupo), con addirittura nel mezzo una ballata semi-acustica (Out of the Blue), proposta con il loro tocco che è un vero e proprio marchio di fabbrica. Un album che va ascoltato di getto, senza prendere fiato. Una piacevole conferma.  Voto: 7

 

Video

Inizio pagina