Migliora leggibilitàStampa
27 febbraio 2014

Open Jazz Festival 2014 – Edizione 34

Open Jazz Festival 2014 - Edizione 34 19.20.21.22 Marzo 2014, Ivrea e Canavese


OPENJAZZFESTSenza il dis­si­dio, la lotta, l’involucro del con­te­nuto, non ci può essere né un’estetica nera né blues, ma solo un’estetica di sot­to­mis­sione, per denaro o a causa dell’ignoranza e della depra­va­zione ideo­lo­gica.

 

(da "Il Popolo Del Blues") - Amiri Baraka

 

La formula del 34° OPEN JAZZ FESTIVAL 2014, che si svolge tra Ivrea e il Canavese, ricalca lo spirito dell'EuroJazz Festival che per molti anni ha caratterizzato il jazz della primavera piemontese, grazie al Circolo Contromusica di Sergio Ramella, scomparso a fine 2012. Il programma si snoda dal 19 al 22 marzo: curato da Ivrea Jazz Club/Music-Studio, tocca Ivrea e alcuni centri limitrofi, anche per sottolineare un fecondo rapporto consolidato nel tempo con il territorio eporediese, un dialogo che ha prodotto artisti e gruppi affermati non solo in Italia.

 

exstinzioneL'apertura, a Bollengo mercoledì 19 marzo vede protagonista la storica ensemble Enten Eller (con Alberto Mandarini, tromba; Maurizio Brunod, chitarra; Giovanni Maier, contrabbasso; Massimo Barbiero, batteria e Special Guest il sassofonista Achille Succi), in grado di esprimere un linguaggio sempre al confine fra avanguardia e ricerca, inciderà per l'occasione il nuovo cd "Pietas".

 

 

Giovedì 20 marzo, a Banchette d'Ivrea un duo d'eccezione, Paolo Fresu (tromba, flicorno, effetti) con il bandoneon di Daniele Di Bonaventura: i legàmi sonori della terra d'origine sarda sono declinati attraverso un dialogo ricco di emozioni e tinte forti, alternate ai respiri e ai silenzi della poesia.

 

Venerdì 21 marzo, il festival si sposta a Ivrea, con un doppio concerto al Teatro Giacosa. Prima con il duo Barbiero & Raviglia (Massimo Barbiero, batteria, percussioni; Marta Raviglia, piano, voce, electron ics) che presenterà il Cd "Gabbia" con l'introduzione dello scrittore Claudio Morandini. La seconda parte della serata vedrà protagonisti il Antonello Salis (piano e fisarmonica) con Hamid Drake (batteria e percussioni) un duo ricco di suggestioni funky/folk afro-mediterranee, unite dal collaudato feeling nel recente "Giornale di bordo".

 

oregonSabato 22 marzo degna chiusura con Oregon, con Paul McCandless (oboe, clarino basso), Ralph Towner (piano e chitarra), Glenn Moore (contrabbasso) e Mark Walker (batteria e percussioni): il gruppo che ha scritto forse le migliori pagine del jazz fuso nella world music degli ultimi 30 anni.

 

Il 34° OPEN JAZZ FESTIVAL è dedicato ad Amiri Baraka (Leroy Jones) che ci ha lasciati di recente.

Completano gli appuntamenti, concerti-aperitivo, dopo festival, mostre fotografiche e presentazioni di libri.

 

Luciano Viotto

Video

Inizio pagina