Migliora leggibilitàStampa
11 novembre 2016

Jazz Club Torino – JCT

Jazz Club Torino - JCT 9-13 Novembre 2016, Torino


JCTE' in corso la programmazione del Jazz Club Torino - JCT , iniziata il 9 novembre: proseguirà sino al 13 novembre con alcune brillanti proposte e un appuntamento imperdibile, tutti a ingresso gratuito, con possibilità di prenotare posti a sedere e dinner in jazz.

Accanto ai concerti e alle jam after-midnight, l'attività del JCT si connota per un ventaglio di proposte in grado di soddisfare una vasta schiera di appassionati, dai linguaggi jazz più ortodossi (swing, bebop, hard-bop), sino alle ultime tendenze (dal post-bop al jazz di ricerca, con uno sguardo al funky e all'hip-hop); frizzanti i ballabili dei Saturday Jazz Fever (w/ Morciano DjSet) sino all'alba (Nu jazz / Oldies but goldies tunes / SupaFunk / Black Groove).

 

La settimana si è aperta mercoledì 9 (ore 21,30 – 23,00) con una Jam Session Night: Mattia Niniano Trio (Niniano, piano; Mario Iannuzziello, contrabbasso; Ruben Bellavia, batteria), con standards e originals riletti nella forma trio, dove spicca il drummer Bellavia.

 

JCT_2Giovedì 10 (ore 21,30 – 23,00) è salito on stage Max Gallo Quartet, capeggiato da uno dei chitarristi più vivaci della scena piemontese (e non solo): Max Gallo (fedele seguace di Wes Montgomery) è affiancato da Jacopo Mazza (piano), Giorgio Allara (contrabbasso) e Piergiorgio Marchesini ai drums: uno small-group decisamente affiatato e concreto.

 

 

dsc_8262Venerdì 11 (ore 21,30 – 23,00) di scena The Swingin' Bridge (Dario Terzuolo, sax;  Gabriele Ferian, chitarra; Riccardo Proto, contrabbasso; Marco Breglia, batteria); già ospite al Torino Jazz festival 2016 e al festival Jazz di Edimburgo, è un quartetto che si ispira agli incontri tra Rollins e Jim Hall, declinati in chiave swing e ballabile.

 

 

Sabato 12 (ore 21,30) colpo grosso della Torino Jazz Orchestra, che produce il concerto del quintetto di Jeremy Pelt (foto a destra). La caratura del leader, trombettista tra i più jeremypelt_2innovativi dell'ultima schiera di giovani artisti che si sono distinti nell'ultimo periodo, connota l'evento tra quelli di maggior rilievo in Piemonte in questo scorso di stagione in club. Pelt si esibirà con il suo quintetto (Victor Gould, piano; Vicente Archer, contrabbasso; Jonathan Barber, batteria; Jacqueline Acevedo, percussioni). A seguire, Saturday Jazz Fever (w/ Morciano DjSet).

 

Domenica 13 (22 – 01,00) serata con Survivor In Da Funk, un ensemble in grado di esplorare tutti i colori del sound, dal funky al soul, dall'acid-jazz al r&b.

 

 

Luciano Viotto
Inizio pagina