Migliora leggibilitàStampa
8 gennaio 2016 , , ,

Black Widow Records: Massimo Gasperini

Elogio del vinile


black

                        I N T R O

 

Elucubrazioni psichedeliche, alchimie progressive e sussulti metal. Sonorità senza tempo appartenenti ad un passato ancora vivo e ad un presente prodigiosamente già proiettato oltre. Scorrendo i titoli del catalogo Black Widow Records, specializzata in  Rock Progressivo, psichedelia, hard rock, folk e dark, rientra praticamente nella normalità imbattersi in preziosi e sapienti recuperi di rare produzioni o in altrettanto intriganti opere inedite. E' ragguardevole il campionario offerto in materia di supporti in vinile e digitali dalla rinomata etichetta genovese con il negozio in Via del Campo. Fondata nel 1990 da Massimo Gasperini, figura di assoluta esperienza nel settore, l'etichetta è riuscita in poco tempo a divenire punto riferimento per i cultori della scena underground nazionale ed europea. Mentre realizzavo per Distorsioni uno Speciale sulle più recenti uscite dell'etichetta italiana ne ho intervistato il deus ex machina Massimo Gasperini. Buona lettura!

 

 

L'INTERVISTA

 

Alessandro Freschi (Distorsioni) - Ciao Massimo e grazie per la disponibilità. Partiamo dall'ipotetico punto zero di questo ambizioso progetto che è la Black Widow Records. 1990: Massimo Gasperini getta le prime basi e fonda l'etichetta; quali sono i motivi principali che portano a questa scelta e soprattutto, vista la nicchia musicale interessata, quali sono state all'epoca le maggiori perplessità (se ne avevi) sulla buona riuscita del progetto?

Massimo GasperiniMassimo Gasperini (Black Widow Records)  Perplessità zero!!!! Sapevo ciò che facevo e quando faccio una cosa importante la faccio perché realmente ci credo. Avevo già abbastanza esperienza in fiere del disco e viaggi nei negozi inglesi quindi sapevo cosa mancava a Genova ed in Italia a quel tempo. La determinazione è ciò che mi ha permesso di riuscire in tutte le mie attività nella vita, dallo sport, alla ricerca, al lavoro, sempre spinto dalla passione ma anche da un ampia conoscenza del settore. Poi ci vuole anche un po’ di fortuna! In Italia mancava una cosa ed io l’ho fatta ed ha funzionato bwranche nel mondo. Sarebbe stato stupido creare qualcosa che c’era già, che ne pensi? Come ben sai noi abbiamo puntato subito sul vinile sia come dischi presenti in negozio ma anche come nostre produzioni.

Il vinile è e resta il supporto ideale per la musica rock, ne ha le caratteristiche tecniche e passionali. Il vinile è corredato da una copertina che il più delle volte è una opera d’arte che racchiude e presenta un'altra opera d’arte, anzi assieme rendono unica quest'opera, almeno cosi’ era negli anni '70 ed è come a noi piace ancora oggi. Abbiamo visto nel tempo arrivare altri supporti spacciati come novità rivoluzionarie eppoi finire Logo BWRsemisepolti. Pensa che lo scopo primario del compact disc ad esempio era quello di combattere la pirateria….sappiamo tutti come è finita. Bene, il vinile è ancora qui, anzi anche le major hanno ripreso a stamparlo….come vedi noi siamo stati dei precursori. Oggi si parla tanto di streaming che anche per me ha i suoi lati utili e positivi soprattutto nel downloading legale ma non so realmente quanto questo possa garantire un musicista dal punto di vista economico. Lo streaming serve per ascoltare musica però poi bisogna andare a comprarsi i dischi e comunque ti metto per scritto che per me anche questa novità non avrà vita lunghissima.

 

Sfogliando il catalogo Black Widow Records saltano agli occhi una lunga serie di validissime formazioni emergenti del ritrovato panorama progressive nazionale che attraverso il vostro sostegno  hanno avuto modo di ritagliarsi posizioni di assoluto rispetto. Come si articola generalmente il vostro prezioso lavoro di talent scout?

foto_about_us_3La ricerca non ha mai fine e non ha un solo senso ma i contatti arrivano da varie direzioni. Un ascolto di un nostro amico, il consiglio di un musicista, l’arrivo di un demo per posta, via internet, da un concerto dal vivo. Dopo un primo contatto, comunque avvenga, ne seguono altri dove aumenta la conoscenza del gruppo o del prodotto musicale e qualche volta si giunge poi ad un contratto. Una band, anche bravissima, che ci manda un bel prodotto ma non possiede certe caratteristiche personali e che non ascolta i nostri consigli e suggerimenti, con noi non ha speranze….una band composta da persone intelligenti ed educate con belle idee e disposta a lavorare  assieme a noi, ha molte possibilità.

 

Dicevamo band emergenti che salgono alla ribalta. Ma nelle vostre distribuzioni accanto a questi nomi troviamo anche quelli di mostri sacri del genere. Quale è il vostro rapporto con realtà storiche come -giusto per fare un nome  su tutti - i vostri concittadini Delirium?

E’ proprio il nostro stile quello di voler lavorare con giovani band e con musicisti che hanno una grande esperienza. Se fai caso anche ai concerti e festival che organizziamo, la maggior parte delle volte suonano gruppi storici assieme a nuove realtà. Questo avviene perché ci piace e perché in questa maniera creiamo contatti che possono dare molto ai musicisti  stessi che s’incontrano sui palchi durante questi eventi. I giovani danno energia e nuove idee, i mostri sacri danno esperienza e storia. La musica non ha tempo, la musica buona è per sempre.

 

darkI recuperi di opere rare rappresentano un'altra determinante peculiarità del vostro modus operandi artistico. Quali sono le basi sulle quali lavorare per imbastire certe ardite ricerche? E soprattutto, vista la smisurata passione che vi anima, quante volte certe scelte sono state mosse esclusivamente dall'interesse personale?

Sempre dall’interesse personale. Non ci frega nulla di un recupero storico che potenzialmente potrebbe anche vendere bene se a noi non piace. In questi casi i problemi sono tanti soprattutto per il recupero dei diritti e per capire chi è ancora padrone del master dopo tanti anni. C’è in giro strana gente che si appropria della proprietà di un master dopo quasi cinquant'anni e pretende soldi per concedere una licenza. Bisogna stare molto attenti ed avere i contatti giusti.

 

Gasperini, Pintabona, Santamaria (rigorosamente in ordine alfabetico). Questa è la line-up della BWR, l'anima pulsante della label. Ci puoi descrivere come avete deciso di articolare i vostri compiti aziendali.

foto_about_us_1Io mi occupo più che altro della promozione e della ricerca sia di gruppi che di dischi rari oltre alla continua ricerca di concerti per i nostri gruppi. Naturalmente faccio anche vendita in negozio e per corrispondenza oltre a tenere i contatti via mail e facebook. Pino Pintabona segue fiere internazionali e gruppi all’estero e si occupa della pubblicità e di tutte le grafiche dei nostri prodotti; anche lui comunque fa ricerca. Di recente grazie al suo lavoro sono stati possibili i contatti con band quali Cherry Five e La Fabbrica dell’ Assoluto. Alberto Santamaria segue il catalogo, la vendita in negozio e per corrispondenza; si reca alle fiere in Italia ed anche lui prende contatti con i gruppi. A noi tre si aggiunge mia moglie Laura che si occupa della contabilità. E tutti assieme comunque che prendiamo le decisioni più importanti.  

 

Il 2015 è risultato senz'altro un anno florido per le vostre produzioni. Un ottimo raccolto artistico fatto di album decisamente interessanti. Ci puoi svelare in anteprima cosa sta seminando la BWR per il nuovo anno, oramai dietro l'angolo?

Top Secret !!! No dai qualcosa devo dirti. E’ appena arrivato in negozio il secondo album degli inglesi Landskap. Sono una band formidabile, mai sentito nulla cosi’ prima d’ora. Riescono a mescolare nelle giuste dosi Doors, Black Sabbath, ma anche Atomic Rooster, Danzig e My Dying Bride  pur restando assolutamente personali. Li sentirai !!!

BWR188Sta per uscire un doppio cd-vinile e dvd dei Goblin Rebirth dal vivo; ci sarà anche il cd dei Goblin 4 (Four of a kind) con bonus track.  Stiamo lavorando al terzo album de Il tempio delle clessidre con tanto di ospite internazionale; un album spaziale sugli Annunnaki (essere alieni che hanno portato la vita sulla terra) con Nik Turner (ex Hawkwind), Helios Creed (Chrome) ed altri musicisti inglesi ed americani, che si intitolerà Space is the Place in memoria del grande Sun Ra. Avrei una news su un gruppo mitico del dark sound italiano che  proprio non posso ancora svelare …. però ti dirò che uscirà il secondo disco di Paolo Siani and Nuova Idea con musicisti d'eccezione come Ricky Belloni, Marco Zoccheddu, Giorgio Usai, Roberto Tiranti, tutti ex New Trolls. Inoltre un album dal vivo (solo in vinile) dei Trip registrato nel 1972 in onore dell’amico Joe Vescovi recentemente scomparso e i nuovi di Jacula e Antonius Rex già annunciati da tempo. Poi sentirete parlare di un gruppo chiamato Mithology….una band misteriosa!!! Usciranno 2 o 3 DVD tra i quali uno dedicato al grande Bambi Fossati, il Jimi Hendrix italiano. Basta cosi’…ma sorprese ce ne saranno tante.

 

Da grande appassionato ed esperto in materia quali ritieni siano la proposte più interessanti di quest'ultima stagione musicale? Ed in assoluto cosa ama ed ha sempre amato, musicalmente parlando, Massimo Gasperini?

Massimo Gasperini ama tutta la musica buona e se vuoi ti elenco i miei gruppi preferiti, quelli dei quali non potrei mai fare a meno: i T-Rex di Marc Bolan - uno dei miei più grandi maestri –, gli Hawkwind del mio Space Captain Dave Brock e del geniale Nik Turner, i miei tedeschi preferiti e mostri assoluti Can, gli unici ed irripetibili High Tide, gli alieni Chrome, Black Sabbath (non ci sono parole per descriverli), l'orchestra dell'universo Magma, Ange il gruppo prog francese per eccellenza, i King Crimson (fino a “Red”), Led Zeppelin, Deep Purple, Uriah Heep, la forza della natura MC 5, Amon Dull, Mott the Hoople, Blue Oyster sigillo_per_webCult, Sensational Alex Harvey Band, Damned, il Neil Young elettrico, Joi Division, Pink Floyd (fino a “Meddle”), Arthur Brown, i Caravan (i primi cinque albums), i Rush di “Moving picture” e “2112” e i migliori Lynyrd Skynyrd. Poi Family ed ovviamente Black Widow.

Poi circa altri cinquecento gruppi in ordine sparso tra prog, dark, hard, heavy, glam e punk che magari hanno fatto solo un album... Certo amo il prog italiano dagli Area agli Jacula, passando per Delirium, Goblin, Nuova idea, Garybaldi ed Antonius Rex fino ai Pholas Dactylus e Latte e Miele. Mi piacciono anche gli Skiantos che ho visto cinque volte dal vivo e che considero il gruppo italiano più originale di sempre….anche il primo vero Metallo Italiano dei Death SS, The black e Strana OfficinaCome vedi  non mi manca nulla, neanche il funk di Funkadelic e Betty Davis. Le proposte più interessanti del 2015? Direi “Pylon” dei Killing Joke, l’album dei Seven Impale, l’ultimo Anekdoten (che comunque non è un capolavoro), gli Annot Rhul, l’album di Nik Turner con Billy Cobham e Steve Hillage “Space Fusion Odyssey”,  “Rehumanizer” dei Maserati,  “The Twin of Baal” degli Knall, certamente gli Spettri, Cherry Five e La Fabbrica dell'assoluto, autentica rivelazione. In ambiti heavy direi i Ghost. Ci sono altri dischi discreti ma non mi viene in mente altro di veramente meritevoli; certamente mi sto dimenticando qualcosa.

 

Caro Massimo, ti chiedo un'ultima cosa prima di concludere questo nostro piacevole incontro; so che sta bollendo qualcosa in pentola riguardo manifestazioni musicali nella tua Genova. Puoi anticipare ai lettori di Distorsioni qualche novità? Grazie di tutto.

goblin_rebirth_prova_copAssieme ai direttori dello studio Maia di Genova, Verdiano e Linda, stiamo lavorando al prossimo FIM-Fiera Internazionale della Musica, e stiamo valutando alcune proposte che potrebbero portare via l’evento da Genova. Poi c’è un festival dedicato al progressive al Porto Antico di Genova in Luglio e tutta una serie di concerti ai teatri Govi, La Claque ed Il Cancello del Cinabro di Genova dove sarà possibile vedere ed ascoltare le nostre ed altre bands dal vivo. Ci saranno senz'altro i Goblin Rebirth di Marangolo e Pignatelli assieme a Il Segno del ComandoVi consiglio di restare sintonizzati visitando il nostro sito ufficiale e le pagine facebook a nome mio e a nome Black Widow; c'è sempre qualcosa di nuovo che cresce nell'ombra. Non drogatevi, è una cosa stupida e dannosa, siate svegli e vigili sempre, non fatevi fregare da nessuno, tenete gli occhi ben aperti e divertitevi. Rock-On, Prog-On Forever. Grazie a voi e saluti a tutti. 

 

Alessandro Freschi

Video

Inizio pagina