Migliora leggibilitàStampa
26 marzo 2015 , ,

Ian Curtis: quella casa in Barton Street

2015, Inghilterra


77-barton-street-macclesfieldPeter Hook sostiene il tentativo di trasformare l'ex casa di Ian Curtis in un museo  dei Joy Division. Dall'inizio di quest'anno un comitato di attivisti sta cercando di raccogliere  115.000 sterline per procedere all'acquisto della casa al 77 di Barton Street, Macclesfield, che è stato messo sul mercato dagli attuali proprietari. La casa è stata utilizzata per girare il film “Control” diretto nel 2007 da Anton Corbijn. Curtis si tolse la vita nella proprietà il 18 maggio 1980, all'età di 23 anni, il giorno prima di intraprendere un tour negli Stati Uniti. Ascoltò “The Idiot” di Iggy Pop, guardò “Woyzeck“ di Herzog e decise di farla finita. Bernard Sumner ha fatto sapere  essere stato shockato dall'idea ed ha affermato: "Per me è un luogo di tristezza. Non sarebbe un posto in cui vorrei andare".

 

ianHook, in disaccordo col suo ex compagno di band ha replicato: "Penso che sia un grande complimento se qualcuno vuole farne un museo per un gruppo che culturalmente ha cambiato la musica, non una ma due volte. Ian ha una fantastica eredità ed il fatto che, in tutto il mondo,molte persone siano ispirate da lui non può che essere una buona cosa. Quindi Peter-Hookpenso che qualcuno dovrebbe trasformare quella casa in un museo. Dovremmo avere un museo per vedere qualcosa che ha a che fare con la musica senza essere costretti a recarci in un Hard Rock cafe. So che Bernard ha detto che sarebbe irrispettoso per Debbie, ma questo è spazzatura, come può essere irrispettoso?”.

 

Bernard ha precisato: "Una parte della mia testa dice che sarebbe un monumento a Ian e sarebbe un grande museo, ma l'altra parte dice, beh, è un po' macabro ed è un po come un monumento al suicidio”. Comunque, Zak Davies, promotore della campagna per berniesalvare la casa, ha recentemente messo in dubbio la probabilità che il museo possa divenire realtà per le difficoltà di reperimento dei fondi necessari, aggiungendo che in questa eventualità tutte le donazioni ricevute saranno trasmesse ad una associazione benefica per la salute mentale in memoria di Curtis. 

 

Francesco Belli

Foto 2: Ian Curtis -  Foto 3: Peter Hook -  Foto 4: Bernard Sumner      

 

Ian Curtis Museum     Joy Division su Distorsioni Blogspot


Video

Inizio pagina