Migliora leggibilitàStampa
21 agosto 2013 ,

Laura Veirs

WARP & WEFT

2013 - Raven Marching Band Records
[Uscita: 19/08/2013]

Laura Veirs WARP & WEFT 2013 Raven Marching Band RecordsRitorna sulle scene l'occhialuta Laura Veirs, splendida songwriter del Colorado che in 15 anni d'attività si è messa ben 9 dischi alle spalle. Le sue produzioni hanno sempre oscillato fra progetti elettrici ed acustici molto scarni e nel puro stile cantautoriale, di sola voce e chitarra. Così ha esordito nel lontano 1999 col  suo primo disco registrato in presa diretta, seguito da un alternanza di produzioni di buono quando non ottimo livello. Tra gli episodi più intimisti il disco del 2010, "July Flame" era ricco di deliziose composizioni mentre fra i dischi elettrici "Year of meteors" (2005) è altrettanto prezioso. La voce della Veirs può ricordare qualcosa di Suzanne Vega ma ha pure il  fascino misterioso delle magiche muse del folk inglese dei settanta. Questo ultimo delizioso "Warp & Weft" si può considerare a piena ragione il suo apice artistico o quantomeno tra le sue cose più convincenti in assoluto. Tra le particolarità riguardo la sua creazione è interessante segnalare che Laura era in dolce attesa durante la sua registrazione. Il marito è Tucker Martine, pure lui musicista nonché stimato produttore, fra gli altri di big come i R.E.M., i Decemberists, Sufjan Stevens, Mudhoney e tanti ancora. La grazia e la purezza che colorano i 12 quadretti musicali a tinte pastello che compongono "Warp & Weft"  fanno lo stesso effetto di chi, stremato dal caldo e la fatica, trova una sorgente d'acqua fresca a cui abbeverarsi.

 

In queste canzoni Laura Veirs ci racconta la gioia e la paura della maternità, la sua seconda, e si fa accompagnare oltre che dal coniuge da ospiti illustri. Troviamo K.D.Lang, Neko Case, Jim James e componenti di My Morning Jacket e Decemberists. Shape shifter è incanto fatto canzone, ma cosa dire di gioiellini come l'iniziale Sun song, con la nylon-string guitar in evidenza, Finister saw the angels, con tanto di malinconico accordion di Rob Burger, 

Laura Veirs WARP & WEFT 2013 Raven Marching Band RecordsSadako folding cranes che è song infantile e delicata - parla infatti della bambina di 2 anni sopravvissuta ad Hiroshima ma che si ammalò di leucemia e morì dieci anni dopo - e Ten bridges che abbaglia ma pure intenerisce l'animo dell'ascoltatore. Anche gli episodi elettrici portano sorprese inaspettate, che si chiamino America, con ricchi arrangiamenti d'archi, Say darlin say, quasi PJ Harvey volendo esagerare nei paragoni, e That Alice, dedicata a Alice Coltrane che grazie al brillante refrain, la backing vocal di Neko Case ed un bel break di chitarra di Carl Broemel potrebbe servire come singolo perfetto per lanciare il disco. Chiudono i 5 minuti e rotti di White Cherry, ricchi di arrangiamenti superbi che dimostrano tutto il gusto e la classe della ragazza di Seattle. Un disco magnifico, poco sotto l'ultimo di Laura Marling, con quello in ambito femminile è tra le cose migliori di questo 2013. Bravissima Laura. 

Voto: 8/10
Ricardo Martillos

Laura Veirs



Tracklist:

 Sun Song
America
Finister Saw the Angels
Dorothy of the Island
Shape Shifter
Ghosts of Louisville
Say Darlin' Say
That Alice
Ikara
Sadako Folding Cranes
Ten Bridges
White Cherry

Video

Inizio pagina