Migliora leggibilitàStampa
17 gennaio 2014

Temple Of Baal

VERSES OF FIRE

2013 - Agonia Records
[Uscita: 29/10/2013]

temple of baalQuindici sono gli anni di significativa carriera che i francesi Temple Of Baal si lasciano alle spalle prima di pubblicare questo loro quarto album. In “Verses Of Fire” l'eredità del metal estremo degli anni novanta viene restituita in tutta la sua pienezza, in un album di iconico death metal impregnato di strazianti incitazioni black. Sin dai sette minuti del brano di apertura l'aggressione prende forma. L'estetica proposta nel corso delle dieci ottime tracce, per quasi un'ora di inquieta compagnia, non manca di suggestioni nostalgicamente thrash metal, così come alcuni riusciti innesti doom dall'incedere dolente. Non da meno le epiche e melodiose note di conforto che spesso introducono le tracce, per poi esplodere in cupe ed esasperate esecuzioni che non lasciano spiraglio alcuno. Il limbo infernale in cui ci si ritrova intrappolati identifica lo stile personale della band dando loro una dura e deflagrante uniformità. Opera monolitica che va scalfita di ascolto in ascolto per filtrarne ogni sfumatura e apprezzarla in pieno. I Temple Of Baal, con la loro ultima fatica, sono debitori verso i padri statutinensi Morbid Angel, quanto verso gli svedesi Marduk, seppur la loro identità sia più prossima agli austriaci Belphegor (visto il loro personale e devastante ibrido stilistico). L'ottima fattura del suono e la complessiva compattezza artistica del disco, fanno dei Temple Of Baal una delle punte di diamante della significativa Agonia Records. L'impatto con opere di siffatta fattura non è per tutti i palati e nonostante la credenza popolare che la storia del rock venga scritta altrove, l'ascolto di brutalismi simili si rivela  in ogni caso un “sacrificio” a cui bisogna religiosamente rimettersi.

 

Voto: 8/10
Anthony Ettorre

Audio

Inizio pagina