Migliora leggibilitàStampa
7 marzo 2017 , ,

Thormesis

TRÜMMERFARBEN

2017 - MDD Records
[Uscita: 10/02/2017]

Germania     #consigliatodadistorsioni

 

Thormesis nascono nel 2006 producendo qualche demo, ma è nel 2008 che autoproducono il loro primo disco ufficiale “Gehet hin und kämpfet”. Così da Rothenburg sul Tauber, piccola cittadina della Baviera, Travos (voce e chitarra), Velsir (voce e chitarra solista), Horus (basso) e O.D. (batteria) si lanciano nel mondo del metal oscuro. In seguito “Vergangene Asche” (2010), “Von Leere und Tod” (2012) e “Freier Wille - Freier Geist” (2015) vengono ben accolti dai fan del black metal. Poi questo “Trümmerfarben”. L’intro, Aetas Nova (Intro), un arpeggio di chitarra malinconica e archi in sottofondo introducono un crescendo di batteria e l’esplosione di Trümmerfarben, la title track che subito chiarisce la via che la band bavarese segue in questo nuovo lavoro: una fusione di epic e black metal con sprazzi di doom. 

 

Un altro bel riff introduce i quasi otto minuti di Waheelas Faerthe, brano magnificamente arrangiato, vario nelle sonorità e con un’ottima tecnica vocale e strumentale. La completezza del disco si rivela nell’alternare e mixare magistralmente la vena black più thormesisdura (Lodernd Flammen, In Stille Wachen Die Toten) con brani di sapore fortemente epic (Die Klagen der Einoede, Verblasst). Un inizio squisitamente doom accende la miccia di Im Herbst Trugen Sie Mich Fort che prosegue in un’altra intensa cavalcata epic, con la batteria martellante di O.D. e il basso rude di Horus. Anche Vale (Outro) alla fine riprende una melodia malinconica: a scandire le note di tristezza e di congedo della band bavarese un pianoforte che sembra l’esalazione di un respiro, che per i Thormesis non potrà sicuramente essere l’ultimo.

Voto: 8/10
Alessandro Borysowicz

Audio

Video

Inizio pagina