Migliora leggibilitàStampa
9 agosto 2013 , ,

Steve Gunn

TIME OFF

2013 - Paradise of Bachelors
[Uscita: 18/06/2013]

Steve Gunn TIME OFF 2013 Paradise of Bachelors# CONSIGLIATO DA DISTORSIONI

 

Un disco d'altri tempi, una artista fuori dal tempo. Il newyorchese Steve Gunn pare uscito da quella geniale generazione di fenomeni della sei corde acustica che facevano capo 50 anni addietro alla Takoma Records con personaggi quali John Fahey, Robbie Basho, Peter Lang per non parlare del più noto Leo Kottke. Steve vanta  collaborazioni con i Violators del grande Kurt Vile e di lui vi avevamo parlato l'anno scorso in occasione dello splendido "Ocean Parkway"  realizzato in coppia con un altro artista deviante quale John Truscinski. Un disco pazzesco nel quale oltre alla fenomenale tecnica del nostro veniva fuori una capacità d'improvvisazione sorprendente. Ma con questo "Time Off" siamo ad un livello se vogliamo superiore. Un disco bellissimo, un gioiello senza tempo. Solo sei brani ma di lunghezza media lunga, sei perle incastonate in uno scrigno prezioso. Pure la voce di Gunn ricorda certi grandi del passato, ma è la sua chitarra che vola altissima e prende il sopravvento in assoli mai scontati, banali o fini a sé stessi. Ci viene in mente un grandissimo come Jerry Garcia, quelle lunghe tracce improvvisate del soundtrack di "Zabriskie Point" e tutte le altre disseminate nei capolavori dei Dead o nei suoi album solisti. Lo stile è simile e dire che ci troviamo di fronte ad un maestro dello strumento è fuori di dubbio.

 

 

Difficile separare qualcosa, queste sei ballate dal leggero velo psichedelico affascinano ed abbagliano già ad un primo sommario ascolto, impossibile non rimanerne affascinati. Scorrono  meravigliose l'iniziale acida Water wheel, la deadiana Lurker, sorta di Dark Star in minore ma pure Street keeper e New decline hanno classe e melodia a profusione. Old strange con la voce malata di Steve è una sorta di raga psichedelico stile Takoma dei giorni andati mentre nel finale strumentale dei 9 minuti di Trailways Ramble  Steve Gunn dà libero sfogo alla sua fantasia creativa con echi e rimembranze di grandi quali Bert Jansch oltre a certe cose acustiche di Jimmy Page. Il disco è in vendita nello spazio Bandcamp qui sotto sia nella versione standard cd che in una formato vecchio glorioso vinile d'epoca. "Time off" è un album  da custodire con gelosia, da mettere sul piatto per sorprendere e conquistare qualche amico ignaro del fatto che non si tratta di una ristampa ma di un disco del 2013. Nelle posizioni più alte fra i dischi di culto dell'annata. 

Voto: 8.5/10
Ricardo Martillos

Audio

Inizio pagina