Migliora leggibilitàStampa
27 agosto 2014 ,

J Mascis

TIED TO A STAR

2014 - Sub Pop Records
[Uscita: 25/08/2014]

 mascis                                                 # Consigliato da Distorsioni

“Tied to a star” non è un disco dei Dinosaur Jr, ma è un disco che J Mascis avrebbe potuto benissimo fare sotto quel nome, se ci fossero stati basso e batteria ad accompagnarlo rielaborando il tutto in chiave elettrica. Infatti l'intero lavoro è costruito sulla chitarra acustica e la voce di Mascis (tranne Every Morning che ha una batteria in sottofondo che somiglia più a una drum machine vintage). Già dalla prima traccia Me Again si comprende che il vecchio lupo di mare è in splendida forma e sa regalarci ancora malinconiche melodie che scaldano l'anima, con arpeggi che corrono in punta di piedi, senza far troppo rumore. Poi con la già citata Every Morning succede che la nostalgia del grunge prende il sopravvento e ci ritroviamo nel bel mezzo del 1993 a Seattle (o se preferite nel Massachussets). J Mascis è stato un pioniere di quel tipo di sonorità e il suo stile chitarristico è diventato ormai una bibbia per chi è cresciuto in quegli anni: quasimascistimothy herzog tutti i musicisti della nascente ondata grunge degli anni '90 si facevano immortalare dalle riviste specializzate con una t-shirt dei Dinosaur Jr. Tornando a Tied to a star, c'è tempo anche per Drifter una cantilena chitarristica di folk-psichedelico, che ricorda Page e Plant in pieno periodo orientaleggiante: questo è uno di quei dischi che sembrano usciti da un'altra dimensione. Fuori dal tempo, ma non per questo non godibile. Il grigio cappellone che suonava assoli infiniti gode ancora di ottima salute compositiva e mette un altro suggestivo tassello nel cuore del rock alternativo. Un ritorno che a tratti commuove.

 

Voto: 8/10
Luca Fiorucci

Audio

Inizio pagina