Migliora leggibilitàStampa
27 luglio 2013

eagleowl

THIS SILENT YEAR

2013 - Fence Records
[Uscita: 13/05/2013]

eagleowl  THIS SILENT YEAR – 2013 – Fence Records # CONSIGLIATO DA DISTORSIONI

 

Ci sono voluti otto anni affinché si creassero le condizioni per l’uscita di “This Silent Year”, primo full-length degli scozzesi eagleowl. Nati ad Edimburgo nel 2005 come duo chitarra-violino-voce, gli eagleowl hanno accresciuto l’organico mediante l’innesto di un contrabbasso, di un harmonium, di un violoncello e di una batteria, che ha consentito loro di costruire una struttura armonica particolarmente ricca. A caratterizzare “This Silent Year” ci sono soprattutto le alternanze di voci e le trame della sezione d’archi, eseguite con meticolosa cura, con cui la band di Edimburgo riesce ad intrecciare narrazioni folk ed intriganti divagazioni strumentali. L’elemento popolare, come sottolinea anche il chitarrista Bart Owl, si fa sempre più tenue, confinato sullo sfondo.

 

Forgetting apre l’album come una sorta di monologo/confessione, mentre Eagleowl Vs Woodpigeon si dischiude ben presto in una splendida composizione di violino e voci. Un intreccio musicale particolarmente accattivante caratterizza Not Over, mentre la splendida Summerschool evoca malinconie e piacevoli nostalgie tipiche della giovinezza. Dopo una pausa di spensieratezza ed un intermezzo strumentale, rispettivamente con It's So Funny e Soft Process, si arriva alla splendida Too Late In The Day, brano di dodici minuti che mescola insieme il folk più cantautoriale con una lunga ed ariosa digressione strumentale. La finale Laughter chiude l’album con sonorità tenui e dimesse. Un album davvero bello questo “This Silent Year”, che ripaga i tanti anni d’attesa.

Voto: 8/10
Felice Marotta

Audio

Video

Inizio pagina