Migliora leggibilitàStampa
2 aprile 2016 ,

Grant Lee Phillips

THE NARROWS

2016 - Yep Roc Records
[Uscita: 18/03/2016]

Stati Uniti

 

grant-lee-phillips-the-narrowsNello stato del Tennessee, si sa, la pioggia scorre con la stessa intensità, leggera e senza sosta, della musica. L'immagine è evocata dal titolo della prima traccia, Tennessee Rain, in questo ritorno, neanche da tempo troppo lontano, di Grant Lee Phillips, “The Narrows, le strettoie, espressione in sintonia con lo spirito di vallata paesaggistica del disco, ma anche metafora di una vita che dagli orizzonti aperti si restringe verso il suo percorso che sembra già essere arrivato alla meta. Le ballate si sostengono su ritmiche semplici con violini e banjo che avanzano lentamente su territori che non sembrano del tutto inesplorati.

 

Il disco nel complesso non presenta infatti particolari momenti di originalità né quell'intimità profonda delle belle canzoni a cui Phillips ci aveva legato in passato. La sua voce un po' argentata c'è ancora, insieme alle note elettriche distorte e allo spirito country che certamente rievocano un mondo passato, ma qui vi rimangono come dimentiche dello leescorrere del tempo presente. Forse si tratta soltanto di un incidente di percorso oppure di una mancanza di contenuti che deriva dalla saturazione del discorso musicale dei nostri tempi; rimane il dato che ogni percorso individuale non può arenarsi soltanto su forme riconosciute collettivamente, pena la desertificazione delle emozioni.

Try to find my way back home to you…”, ritornello di Find my way, l'ultima traccia di queste strettoie che sembrano senza uscita e per questo vorrebbero spingerci indietro, contiene forse in sé la risposta sbagliata alla domanda sulla direzione che si vuole seguire.

Voto: 5.5/10
Sergio Spampinato

Audio

Inizio pagina