Migliora leggibilitàStampa
8 febbraio 2012 ,

Seaside Postcards

S/T

2011 - Autoproduzione
[Uscita: 2/09/2011]

# Consigliato da DISTORSIONI

Pesaro  è  la seconda città per popolazione della regione Marche dopo il capoluogo Ancona. In questi ultimi anni si sta imponendo come  la capitale del nuovo post punk made in Italy: Be Forest, Young Wrists, Camillas, Brothers in Law, Soviet Soviet, sono solo alcuni dei nomi che sono venuti fuori da Pesaro ultimamente. Se il 2011 è stato per me l'anno della scoperta dei Soviet Soviet, il 2012 si appresta ad essere quello dei Seaside Postcards. Nati nell'autunno del 2010, Massimiliano Cerri, Michele Traglia e Andrea Terenzi  danno vita al progetto Seaside Postcards con un suono ben preciso e collocabile all'interno di un movimento che si rifà alle sonorità più spiccatamente dark  del post punk inglese di fine anni '70. Questo primo ep omonimo, autoprodotto, è stato registrato e mixato presso lo Studio Waves di Paolo Rossi, personaggio di punta della scena pesarese. A caratterizzarlo pesantemente un sound oscuro che sembra farsi strada tra la nebbia fitta di una giornata piovosa. Nei brani predomina un ritmo abbastanza sostenuto che se da una parte convince,  dall'altra (forse volutamente) stenta a prendere il volo. Cinque episodi  sorretti da  basso-chitarra-batteria ed una voce profonda il cui unico difetto é quello di assomigliarsi troppo.  La scrittura é ottima  ma quel che manca é un pizzico di originalità e di personalità: risultato un lavoro alquanto statico. Si spera che in un prossimo  lavoro Seaside Postcards  possano dimostrare che c'è sempre tempo per crescere.

 

 

Michele Passavanti
Inizio pagina