Migliora leggibilitàStampa
1 giugno 2012 , ,

Lotus Plaza

SPOOKY ACTION AT A DISTANCE

2012 - Kranky/Goodfellas
[Uscita: 2/04/2012]

Lotus Plaza: SPOOKY ACTION AT A DISTANCE Nonostante gli ottimi riscontri ottenuti con i Deerhunter, Bradford Cox e Lockett Pundt, chitarristi ed anime della band, continuano a dare seguito ai propri progetti solisti. Cox, personalità fragile e carismatica, esprime la propria poetica attraverso il moniker Atlas Sound, mentre Pundt, dal carattere più riservato e discreto, cerca di dare sostanza alla propria espressività attraverso il progetto Lotus Plaza. “Spooky Action At A Distance” è il secondo lavoro personale di Lockett Pundt, realizzato per la Kranky a distanza di tre anni dal precedente “The Floodlight Collective”. I brani dell’album si sviluppano attraverso una successione di sensazioni indefinite, quasi un fluire sovrappensiero di spensieratezza e tenue felicità, generata dallo stupore inatteso di fronte alla vita.

 

Dopo una intro onirica e misticheggiante (Untitled), la splendida Strangers trascina l’ascoltatore all’interno di una visione luminosa e coinvolgente. Out Of Touch mescola mainstream e sperimentazione, mentre Dusty Rhodes è una sintesi perfetta di romanticismo e leggerezza. Le sonorità dell’album rimandano alla psichedelia sognante dei My Bloody Valentine e al pop kraut degli Stereolab. Ma occorre arrivare alla stupenda Jet Out of the Tundra per trovare quella miscela di sperimentazione, leggerezza ed introspezione che è il vero marchio di fabbrica della band. Eveningness e Remember Our Days traghettano l’album verso la conclusione, con Black Buzz che prende avvio con una chitarra acustica e chiude con un brusio indefinibile. “Spooky Action At A Distance” è certamente uno degli album più intriganti di questa prima parte di 2012.

Felice Marotta

Audio




Video

Inizio pagina