Migliora leggibilitàStampa
19 giugno 2015 , ,

Grünt Grünt vs [P.U.T]

SPLIT CD

2015 - P.O.G.O. Records
[Uscita: 18/05/2015]

Francia-Belgio 

 

Grünt Grünt vs [P-.-U-.-T] - split CDL'indipendentissima francese P.O.G.O. Records ci delizia con un gustoso split che accoppia due bande coltivatrici di squisita violenza sonora. Premettendo che una delle forme più estreme di avanguardia musicale è il grindcore con la sua imprevedibile spavalderia e “frontale” immediatezza,   ci ritroviamo ad ascoltare le prime sei tracce dei francesi Grünt Grünt (attivi dal 2002) che dopo cinque (una manciata di minuti!) di brutale grind'n'roll, concimato da spietato hardcore punk, offrono una sesta che si apre inaspettatamente a nuove suggestioni... In 6 l'approccio è brutale e veloce ma sopraggiunge un incedere doom che svuota i sensi a causa di una neo-psichedelia destabilizzante e genuinamente caotica.

Questa sorta di varco/cloaca infernale si presta per traghettarci nella seconda parte del disco: quella dominata dai demoniaci [P.U.T], interessante noise/sludge band belga (Brussel) dal trasporto inquieto e soffocante. With The Evil, legittima dichiarazione di intenti, cede il passo alla granitica Fear,  esecuzione di impronta industrial/noise. Una fusione tra Unsane e Godflesh con piglio punk, per rendere l'idea. Meno convincente è la strumentale Industrial Vs. Forest visto che l'apporto della voce è di sicuro necessaria all'identità della band. Under Most Darkest Sea chiude l'esperienza proposta confermando la dinamica propulsione industrial che intossica il suono dei nostri eroi. Insomma pochi fronzoli per i primi e riflessivi scenari apocalittici per i secondi. Un'accoppiata coraggiosa e inusuale per un singolare split da cui si esce piuttosto appagati se avvezzi ai generi in questione, ma rischiosamente insoddisfatti se si cercano territori non ancora esplorati.

Voto: 7/10
Anthony Ettorre

Audio

Inizio pagina