Migliora leggibilitàStampa
26 dicembre 2017 , ,

Eluvium

SHUFFLE DRONES

2017 - Temporary Residence Ltd.
[Uscita: 10/11/2017]

Stati Uniti

 

Eluvium Nuovo album in uscita per Eluvium, all’anagrafe Matthew Cooper, a distanza di un anno da “False Readings On” (2016) e di quattro anni dallo splendido “Nightmare Ending” (2013). Nato nel Tennessee, ma trasferitosi a Portland, il musicista americano è riuscito a costruire sonorità riconoscibili attraverso l’intreccio di ambient, drone e minimalismo, in composizioni che esaltano il carattere romantico della natura e dell’emotività. Gli ultimi lavori sono contraddistinti da una maggiore sensibilità minimalista nella costruzione dei paesaggi sonori. Con “Shuffle Drones” Matthew Cooper porta questo processo alle estreme conseguenze, realizzando ventitré brani di 32 secondi ognuno (a meno di due, della durata rispettivamente di 52 e 43 secondi) che possono essere eseguiti con sequenza casuale in una serie illimitata, per realizzare composizioni che, a seconda dei gusti, possano durare 12 minuti e 48 secondi oppure 20 ore e 40 minuti oppure un loro multiplo grande quanto si voglia. I ventitré brani si distinguono per piccole variazioni, per brevi shift temporali o per minime differenze di grado, attraverso sovrapposizioni di synth, archi e pianoforte, che grazie alla loro auto-somiglianza, possono essere eseguiti con una sequenza casuale e condurre a risultati complessivamente sempre nuovi. Un tipo di musica che Brian Eno ha sviluppato nel suo ultimo “Reflection” (2016) e che ha accostato all’ascolto/visione di un fiume che scorre, sempre uguale a se stesso ma sempre diverso. L’operazione di Matthew Cooper risulta però complessivamente debole e non raggiunge la qualità attesa espressa in altri lavori.  

 

Voto: 5,5/10
Felice Marotta

Audio

Inizio pagina