Migliora leggibilitàStampa
21 luglio 2012 , ,

Glen Hansard

RHYTHM AND REPOSE

2012 - Anti
[Uscita: 21 /06/2012]

Glen Hansard -RHYTHM AND REPOSE E' difficile che mi innamori di un disco al primo ascolto. Glen Hansard è riuscito, con questo suo primo lavoro da solista, a catturare immediatamente la mia attenzione grazie a una scrittura semplice, diretta ma al tempo stesso affascinante. Per chi non lo conoscesse Glen Hansard è attivo sulla scena musicale da ben 20 anni, molti dei quali trascorsi come leader dei Frames e co-leader degli Swell Season. Nato a Dublino nel 1970, Hansard inizia la sua carriera musicale come artista di strada. Nel 1991 prende parte al film di Alan Parker  "The Commitments", dove veste i panni del chitarrista Outspan Foster. Proprio nello stesso anno nascono i Frames e viene pubblicato "Another Love Song", il primo di sette album per la band irlandese che terminerà la sua avventura musicale nel 2006, anno in cui Glen recita come attore protagonista, nel film "Once" di John Carney e soprattutto forma insieme alla cantante e musicista ceca Markéta Irglová gli Swell Season. La nuova band darà alle stampe tre album, l'ultimo dei quali pubblicato nel 2009. Oggi Glenn Hansard torna con un disco tutto suo, dando pieno sfogo alla sua personale vena cantautorale.

 

"Rythm and Repose" sembra portarsi dietro il profumo degli anni '70. Potremmo semplicemente definirla musica per cuori infranti. Registrato da Patrick Dillett (David Byrne, Arto Lindsay, Laurie Anderson) e prodotto da Thomas Bartlett (ha lavorato con Antony and the Johnson, National, Rufus Wainwright e David Byrne), questo primo lavoro da solista è una raccolta di ballate carezzevoli, spesso scarne, dove la voce delicata del cantautore irlandese si accompagna al suono intenso degli archi, del pianoforte e della chitarra. Un disco ben equilibrato tra un pop elaborato e musica d'autore, dove il paragone con artisti come Cat Stevens e Damien Rice a tratti è quasi inevitabile. "Rythm and Repose" segna senza alcun dubbio la maturità raggiunta da parte dell'artista irlandese che ci regala splendide canzoni come l'iniziale You Will Become, Maybe not tonight, High hope, Bird of sorrow, What are we gonna do, Philander, Song of good hope. Una raccolta di preziose emozioni  da far vostre.

Michele Passavanti

Video

Inizio pagina