Migliora leggibilitàStampa
10 maggio 2013 , ,

The Feeling of Love

REWARD YOUR GRACE

2013 - Born Bad Records
[Uscita: 2/04/2013]

The Feeeling of Love – REWARD YOUR GRACE [Born Bad Records - Uscita 2/4/2013Ci sono band che quando le vedi in concerto non puoi fare a meno di pensare che se solo fossero nati negli Stati Uniti non starebbero certo a suonare nei centri sociali. I Feeling of Love sono una di queste e sarà che, per combinazione, a Torino negli ultimi anni hanno suonato due volte in due diversi centri sociali, ma è inevitabile che il suddetto pensiero sfiori le menti del pubblico che assiste alle loro incredibili performance live. Dal vivo, infatti, la band esprime un potenziale sonoro davvero impressionante, il classico muro di suono (psichedelico e dilatato, in questo caso) che su disco risulta invece, per forza di cose, un po' più contenuto e addomesticato. Però americani non sono i Feeling of Love, sono invece francesi, di Metz per la precisione. Nascono nel 2006 come progetto solista del cantante e chitarrista, Guillaume Marietta, a cui successivamente si aggiungono altri due componenti, Seb Normal alla batteria et Sébastien Joly alle tastiere. Nel 2008 vede la luce il primo album "Petite tu es un hit", preceduto (e seguito) da vari 7” e EP.

 

L'affinità con certe sonorità d'oltre oceano è testimoniata anche dai diversi tour che in quel continente la band di Marietta ha compiuto in questi anni e dalla collaborazione con due gruppi di rilievo della San Francisco Bay Area come Ty Segall e The Oh Sees. "Reward your grace" è il quarto album in studio per i Feeling of Love ed è un lavoro che rifinisce e affina il loro stile musicale, portandolo dalle soluzioni grezze di un garage punk acido e tirato del precedente "Dissolve me", del 2011, a una più raffinata ambientazione psichedelica che alterna sfumature pop a divagazioni new wave e shoegaze, lasciando anche molto spazio alla voce di Marietta che in questo nuovo album assume un registro diverso e particolare. Autore di tutti i testi e coautore delle musiche, Marietta firma anche il dipinto che è riprodotto sulla copertina.

 

L'album si apre con suggestioni sonore degne della migliore produzione di Jason Pierce (Spacemen 3, Spiritualized) nel brano Julee Cruise e prosegue con il pop più aperto e luminoso di I Could Be Better Than You But I Don’t Wanna Change, brano tra l’altro già comparso sul 7” split con Ty Segall “Tour Split”, uscito nel 2012. Per tutto il resto dell'album melodie pop si intrecciano a trame psichedeliche e a tratti oscure che raggiungono il culmine nella bella I'm leaving you today. Altrettanto intriganti anche gli altri episodi dell'album, tra cui spiccano la malinconica You're My Lullaby, che si fissa subito nella mente e non ne esce più, proprio come una vera ninna nanna, e la velvetiana Mostly Pet. 

Voto: 7.5/10
Rossana Morriello

Video

Inizio pagina