Migliora leggibilitàStampa
29 marzo 2012 ,

Faithless

PASSING THE BATON-LIVE FROM BRIXTON

2012 - Nates Tunes/Goodfellas
[Uscita: 19/03/2012]

Faithless - PASSING THE BATON-LIVE FROM BRIXTON I Faithless, un vero e proprio pilastro della dance britannica, sono diventati maggiorenni, nel senso che possono ormai contare su 18 anni di storia alle spalle (anche se i primi veri successi arrivano nel 1995). La band ormai leggendaria del cantante/rapper Maxxi Jazz, del dj/sound producer Rollo e della polistrumentista Sister Bliss decide quindi di festeggiare una così importante carriera (che peraltro, dalle dichiarazioni ufficiali dei tre componenti, pareva destinata a chiudersi nel 2002 e invece ha proseguito per altri dieci anni!) con il bel live “Passing the Baton”, registrato l'8 aprile 2011 alla 02Academy di  Brixton, che riassume un po’ questi quasi quattro lustri di storia mettendo così un punto fermo sul primo capitolo della saga di un progetto musicale che sembra destinato a proseguire ancora a lungo. Chi si immagina i Faithless esclusivamente come alfieri di un fortunato connubio (con tanti imitatori ma pochi eguali) tra hip hop e dance, dovrà ricredersi sentendo questo album. Dal vivo, infatti, il sound diventa decisamente più rock, grazie a tutta una validissima (e notevolmente numerosa) band che sul palco supporta i tre nomi principali. Musicisti molto preparati, e che hanno tanta voglia di dimostrarlo: ne è una prova il solo di batteria che introduce God is a Dj, forse il vero e proprio inno della band, o l’introduzione chitarristica di  Not going home, che parte con svisate blues per poi tracimare in una esplicita citazione del riff di Back in black degli AC/DC!

 

A proposito di God is a Dj: un brano così anthemico, in un concerto di questo calibro, chiunque se lo aspetterebbe in apertura o come gran finale. Un plauso in più, quindi, alla band, per avere sovvertito gli schemi e averlo piazzato terzo in scaletta, proprio come se fosse un titolo tra i tanti. In questo grande party rock, tra le ballabilissime Tweak your nipples e We come 1, c’è posto anche per una soft ballad: è Bombs, che inizia con un delicato arpeggio acustico per poi sfociare nel consueto Faithless-style, ma comunque giocando su più soffusi chiaroscuri. Un album che per essere perfetto manca di una sola cosa: ci sarebbe stata tanto bene un'ospitata della cantante Dido che, per quei 3 o 4 che ancora non lo sapessero, è la sorella di Rollo e ha collaborato molto spesso con la band del fratello. Tra hip hop, dance, funky e rock assistiamo così a oltre 70 minuti di adrenalina pura. Il pubblico, che canta in coro tutti i ritornelli, dimostra di apprezzare questo grande calderone stilistico e ciò è testimoniato dai lunghi minuti di applausi lasciati apposta in coda all’album.

Alberto Sgarlato

Video

Inizio pagina