Migliora leggibilitàStampa
30 novembre 2013 ,

Matt Elliott

ONLY MYOCARDIAL INFARCTION CAN BREAK YOU HEART

2013 - Ici d’ailleurs
[Uscita: 28/10/2013]

matt elliott# Consigliato da Distorsioni

 

"Chi cerca la verità dell’uomo deve farsi padrone del suo dolore” scriveva Georges Bernanos nel suo romanzo “La Gioia” (1929). Una frase come questa basterebbe a spiegare l’intero percorso artistico di Matt Elliott. Giunto ormai alla sua sesta fatica discografica da solista, dopo l’ abbandono dei Third Eye Foundation, l’autore di Bristol si conferma ancora una volta artista geniale e ricco di personalità. Si fa sempre una certa fatica a trattenere le emozioni all’ascolto di un nuovo album del cantautore inglese. Avevamo lasciato l’autore di Bristol con “Broken Man”, uno dei capitoli più belli e oscuri della sua intera carriera, album di spessore inquietante, che volgeva lo sguardo verso il lato profondo dell’essere umano,  e che arrivava dopo la conclusione della trilogia di “Songs” (Failed Songs, 2005 - "Failing Songs", 2006 - Howling Songs", 2008). A quasi due anni di distanza dal precedente lavoro, Elliott torna con un disco ancora una volta permeato di sofferenza e malinconia, che delinea  però uno scenario meno oscuro dei precedenti”. A condurci tra le pieghe e le ombre delle nove tracce di "Only Myocardial Infarction Can Break Your Heart” è un folk inquieto e straziante specchiantesi  in un  mood flamenco intenso. L’incedere chitarristico spagnoleggiante ed  archi solenni caratterizzano un disco che cela  risvolti espressivi di immensa bellezza, con l’ inserimento di elementi elettrici  finora abbandonati nelle precedenti produzioni (“All Of Our Leaders Are Sociopathic”, “I'll Sleep When You're Dead”, entrambi remixati dalla Third Eye Foundation). Il suono della voce di Elliott sembra farsi spazio in una nebbia fitta, tra paesaggi sonori immersi in una malinconia plumbea. I 17 minuti di The Right Tro Cry  sono davvero esemplari in tal senso. Nel meraviglioso strumentale  I Would Have Woken You With This Song sembra che il tempo si fermi. “Only Myocardial Infarction Can Break Your Heart” è un viaggio che lascia intravedere un piccolo spiraglio di luce con una visione meno dolorosa della vita, ma questo non tragga in inganno: Matt Elliott rimane sempre e comunque uno chansonnier della decadenza  e del dolore umani .

 

Voto: 9/10
Michele Passavanti

Video

Inizio pagina