Migliora leggibilitàStampa
3 febbraio 2019 , ,

Richard Vain

NIGHT JAMMER

2018 - Big Neck Records
[Uscita: 07/12/2018]

Stati Uniti   #consigliatodadistorsioni     

 

vaina0061999995_16È una storia vera quella che racconta Richard Vain, trio guidato dal multistrumentista Jered Gummere (ex Ponys), coadiuvato dalla tastierista Carbomb e dal batterista Lugs. Non è facile per niente, aprire il proprio vissuto, metterlo in musica, renderlo bello e farlo apparire semplice. La complessità più grande sta nel rendere comprensibile l’assurdo. "Night Jammer" è musicalmente una gita spensierata nel post-punk: ma la composizione è raffinata e un ascolto più attento rivela sottigliezze inaspettate per il genere. Una chitarra organica e naturale apre il progetto, che si innalza da subito da una schiera di suoni lussureggianti che rendono la traccia di apertura, Tremors, un vero gioiello. Segue poi un’apertura coraggiosa verso il synth, con una ritmica forsennata che non riesce a trattenersi, in un rigurgito rumoroso e selvaggio. Stravagante quanto basta, il debutto di Vain è a tratti geniale, a tratti strabordante (il synth fuori tempo invertito in Encounter), il rischio è certamente quello di mettere troppa carne al fuoco, difetto diffuso nei debutti e nelle opere prime. Ma "Night Jammer" è percorso abilmente da un filo melodico che lega tutto sintonizzandosi sulle esigenze di ogni canzone, tra una malcelata fascinazione per il charleston e affascinanti lavori sui timpani. "Night Jammer" è preciso e stimolante, con il suo fascino casual che gocciola dalle sonorità accattivanti che emergono prepotenti da una strumentazione riccamente stratificata. Un album di debutto sensazionale.  

 

Voto: 8/10
GianLorenzo Franzì

Audio

Inizio pagina