Migliora leggibilitàStampa
12 settembre 2018 ,

Amos Lee

MY NEW MOON

2018 - Dualtone Music Group
[Uscita: 31/08/2018]

 Stati Uniti   #consigliatodadistorsioni     

 

53849339Settimo album in studio per il cantautore americano Amos Lee:My New Moon arriva a due anni dal precedente “Spirit”, al culmine di un periodo che l’autore stesso ha definito di riflessione, di ripensamento delle motivazioni che lo spingono a continuare a scrivere e interpretare musica. Quello che ne viene fuori è un album molto personale, in cui l’artista di Philadelphia riesce a far convergere sentimenti covati nell’intimo e lucide riflessioni sul contesto sociale e culturale che anima la vita dell’America contemporanea. Nasce sotto questa angolazione il singolo (molto bello) No More Darkness, No More Light, registrato all’indomani della sparatoria nella High School di Parkland (Florida), ennesimo fatto di sangue verificatosi negli istituti scolastici americani. Un tema che s’intreccia con il filo rosso che percorre tutto il disco, che si propone come ricerca di speranza per il futuro alla luce di un presente difficile e incerto.

 

amos leeAbbondano, quindi, momenti cupi e malinconici, come l’altro singolo, Crooked, una ballata folkeggiante in cui l’autore tenta di leggere il mondo attraverso il riflesso del suo sorriso sghembo nello specchio. Particolarmente a fuoco appare Lee quando trasporta in musica sensazioni amare come quelle sui suoi fallimenti personali: molto convincente è il blues-funk intriso di atmosfere ‘80 Don’t Give a Damn Anymore, alla pari del trionfante inno soul All You Got is a Song. Interessante e coinvolgente suona Hang On, Hang On, ballata di rara delicatezza che si pregia di atmosfere malinconiche e sognanti momenti corali. Un mood che ritroviamo anche nella conclusiva Don’t Fade Away. Complesso, introspettivo e ricercato, “My New Moon” è un album che riesce a raggiungere vertici compositivi di altissimo livello, confermando Amos Lee come uno dei migliori cantautori contemporanei, capace di mettere in musica sensazioni e visioni con gusto e stile propri della grande scuola dei songwriters americani. 

 

Voto: 7/10
Riccardo Resta

Video

Inizio pagina