Migliora leggibilitàStampa
22 ottobre 2015 , ,

Asian Dub Foundation

MORE SIGNAL MORE NOISE

2015 - ADF Communication-Believe Recordings
[Uscita: 10/07/2015]

Inghilterra   #consigliatodadistorsioni 

 

adfIl chitarrista e fondatore degli Asian Dub Foundation, Steve Chandra Savale, definisce quest’ultimo album della valorosa banda britannica: “un fulmine dentro una bottiglia”, e come dargli torto? Esattamente così suona “More Signal More Noise”, reincisione, meglio dire ‘reinvenzione’ del progetto titolato "The Signal And The Noise”, uscito nel 2013 per il mercato giapponese, portato in giro per il mondo, e reinciso con varianti decisive e sotto l’abile regia di una leggenda del dub, Adrian Sherwood.

Il disco, che segna il rientro fondamentale del Dottor Das al basso, e l’ingresso del virtuosissimo Nathan “Fluteboxer” Lee, definito dallo stesso leader “il Jimi Hendrix del flauto”, così come una via di mezzo tra un muratore e un boxeur… Ne esce fuori una miscela micidiale di punk-dub, selvaggia declinazione di ritmi funky, liquide atmosfere incendiate dalle serpentine contorsioni della chitarra, reggae ora indiavolato ora mellifluo come un paniere di glassa in rapida deliquescenza.

 

Tirate rock, feedbacks chitarristici e scudisciate di severa elettronica, venature crepuscolari in rosso ocra cesellate dal flauto di Nathan Lee, esplosioni repentine di selvaggio dub. Dinamite pura coniugata a quiete e pigre camminate in abissi di velluto adf1grigio, senza soluzione di continuità. Brani dalla forte trama dub, intersecati dalla linea melodica del flauto e con saettanti inserti di graffiante rock (Zig Zag Nation; Radio Bubblegum; Blade Ragga)Altri dalla dimensione meditativa melodicamente dispiegata su scale sonore sincopate di pura ascendenza psych-reggae (Semira; Stand Up; Hovering; Fall Of The House Of Cards).

Altri ancora ebbri di tirate di efferato punk-dub con la chitarra lanciata come una fune ardente negli spazi siderali (Flyover 2015;  Get Lost Bashar; Dubblegum Flute Flavour). Un album colmo di sonorità in effusione cosmica; una cornucopia musicale stregonesca, talmente ricca da disorientare, ma di matrice essenzialmente magica. 

Voto: 8/10
Rocco Sapuppo

Audio

Video

Inizio pagina