Migliora leggibilitàStampa
11 novembre 2018 , ,

Elvis Costello & The Imposters

LOOK NOW

2018 - Concord Records
[Uscita: 12/10/2018]

Inghilterra  #consigliatodadistorsioni     

 

look-now-deluxe-elvis-costello-cover-ts1539308404Il ritorno del signor Declan Patrick McManus, alias Elvis Costello, dopo ben otto anni dal pur dignitoso “National Random”, avviene all’insegna del recupero di sonorità che ne hanno sancito la grandezza artistica, con album quali “Imperial Bedroom”, “Punch The Clock”, “King Of America”, “Blood And Chocolate”, solo per tenerci ai suoi gloriosi anni Ottanta, nonché di stilemi elaborati grazie alla collaborazione con un autentico genio della caratura di Burt Bacharach, in specie nel bel quadro impressionistico di “Painted From Memory” di esattamente vent’anni fa. La sua band della vita, gli Attractions, poi mutata in Imposters, coi grandi Steve Nieve e Pete Thomas, lo accompagna anche in questa nuova avventura discografica, “Look Now”. Con Bacharach Elvis firma tre brani dell’album, Don’t Look Now, Photographs Can Lie, He’s Given Me Things, tra i più intensi e poetici in assoluto, e in generale dello spirito del formidabile compositore americano è permeato l’intero impianto creativo del disco, nel quale Elvis modula le sue note in ossequio a un pop da camera di altissimo livello, con punte di afflato poetico di melanconica e sublime ispirazione.

eBrani quali Burnt Sugar Is So Bitter, scritto in collaborazione con Carole King, dal sapore vagamente anni Ottanta, con inserti dal sapore tipicamente soul, grazie a una sezione fiati di superba declinazione, o Stripping Paper, nel quale la voce di Elvis si colora dei toni pastello di un sopravveniente cielo crepuscolare, la dicono lunga già sullo stato di forma smagliante del Nostro. Per non parlare della bellissima linea melodica di I Let The Sun Go Down, dal sapore di sfumata malinconia, con arrangiamenti di classe eccelsa e voce dalla suggestione magica, con tanto di fischiettio finale a tramarne di scintille preziose la già brillante composizione, o della splendida filigrana sonora di Dishonor The Stars nella quale sembra di risentire Elvis fotoil Costello di “Mighty Like A Rose”, sontuoso e ispiratissimo nell’evoluzione della struttura armonica dei brani. Così come un tassello quale Suspect My Tears trattiene in sé una carica poetica di notevole lignaggio e splendore melodico.

Nella edizione deluxe figurano altre quattro tracce di squisito livello compositivo (Isabelle In Tears, Adieu Paris, The Final Mrs. Curtain, You Shoudn’t Look At Me That Way). In definitiva, si può tranquillamente definire “Dont Look Now” un album di classe che segna il ritorno in grande stile di uno dei massimi esponenti mondiali della canzone d’autore.  

 

Voto: 8/10
Rocco Sapuppo

Audio

Video

Inizio pagina