Migliora leggibilitàStampa
24 luglio 2015 , , ,

Roz Vitalis

LAVORO D’AMORE

2015 - Lizard Records
[Uscita: 26/03/2015]

Russia   #consigliatodadistorsioni     

 

ivan CoverDopo tre anni di silenzio torna alla ribalta con un album inedito Roz Vitalis, l'ensemble originario di San Pietroburgo formatasi nel 2001 e capitanato dal talentuoso tastierista Ivan Rozmainsky, mente creativa del progetto. Il gruppo russo pubblica per la label italiana Lizard Records la nona fatica discografica intitolata “Lavoro d'amore” con il chiaro intento di confermare tutte quelle buone impressioni destate con le opere antecedenti “Patiente of hope” e “Revelator” distribuite nel biennio 2011-2012. Per questa nuova realizzazione, totalmente strumentale, Rozmainsky viene supportato dalla presenza dei chitarristi Vladimir Semenov Tyan-Shansky e Vladimir Efimov, del percussionista Philip Semenov, del bassista Ruslan Kirillov e di Alexey Gorshkov e Vladislav Korotkikh, rispettivamente alla tromba e al flauto. La melodia di un flauto, ben assecondata da svolazzanti tocchi di piano, introduce The acknowledgement day traccia d'ingresso del disco caratterizzata da un importante conclusione elettrica. Le delicatissime note della title track che seguono riportano alla memoria i paesaggi celtici spesso disegnati da Mike Oldfield mentre in Unanticipated suoni dilatati di trombe imperversano in un scenario dall'incedere sempre più minaccioso.

 

Ivan RozmainskyDecisamente più luminose le evoluzioni di tastiere e flauti ne Il vento ritorna, composizione dalle tonalità tulliane; dopo una partenza in sordina l'arpeggio iniziale di There are the worker of iniquity fallen prende ossessivamente forma all'interno di articolati tempi dispari rivelandosi tra gli episodi più originali dell'intera opera. Arrembanti riff di chitarra si contrappongono a cupi tocchi di organo animando la movimentata Need for someone ed anticipano le emozionanti evoluzioni della sezione ritmica basso-batteria nella convulsa Invisible animals.    Every branch that beareth fruit scivola via sulle sognanti note del piano di Rozmainsky mentre è la tromba di Gorshkov a guadagnarsi il centro della scena della nostalgica Ascension dream.    What are you thinking about? corre sopra un ritmato gioco di chitarre energico e deciso fino a chiudersi su calibrati virtuosismi di synth in stile new age. Misurati incroci di chitarre, piano, tromba e flauto segnano la Roz Vitalisconclusiva Ending, sigillando con eleganza Lavoro d'amore. Roz Vitalis ci regalano un interessante album visionario, una serie di istantanee dai colori garbati, un emozionante viaggio all'interno di un potenziale soundtrack dai tratti onirici. Rock sinfonico, venature folk e contaminazioni new age si combinano e si amalgamano perfettamente nel tessuto narrativo del disco che a tutti gli effetti può considerarsi un ulteriore passo avanti nella metamorfosi artistica di Rozmainsky & C. Assolutamente un lavoro fatto con amore.

 

Voto: 7/10
Alessandro Freschi

Audio

Inizio pagina