Migliora leggibilitàStampa
12 gennaio 2017 ,

Hannah Williams & The Affirmations

LATE NIGHTS & HEARTBREAK

2016 - Record Kicks
[Uscita: 11/11/2016]

Inghilterra     #consigliatodadistorsioni

 

C’è qualcosa di nuovo, di mai sentito, di originale in questo disco? No, la risposta non può che essere questa. Nemmeno l’approccio al soul e al funk, che sono la cifra dell’album, è in qualche modo innovativo, gli anni ‘70 sembrano dietro l’angolo, con il loro carico di wah wah, piani Fender e sezioni di fiati in sottofondo. E, allora, perché è così difficile toglierlo dal lettore, perché ogni pezzo rimane appiccicato ai timpani come un chewing gum? Probabilmente perché Hannah Williams ha una strepitosa voce da contralto, potente, pastosa, capace di registri intimi come di grida forsennate, perché è evidente l’affiatamento tra lei e i bristoliani Affirmations, una vera macchina da funk da cui l’illuminata produzione di un intenditore come Malcolm Catto (batterista degli Heliocentrics, ma non di meno produttore dei monumenti Mulatu Astatke e Orlando Julius) tira fuori ognuno dei cavalli vapore di cui è dotata in abbondanza.

Ma forse ancora di più perché tutti gli elementi sopra citati sono legati da un condimento che le esalta: la passione. Quella che ci mettono in particolare il chitarrista Adam Holgate e il sax baritono John Pratt, i cui strumenti spesso risaltano nella pur monolitica costruzione sonora, e la rossa, abbondante Hannah, padrona della scena ma altrettanto generosa nel farsi da parte per lasciare spazio alla band nello strumentale 7AM To Seville, un godibile funk spagnoleggiante. Certo, i vertici sono altri: l’opener Tame In The Water, un northern soul riarrangiato in salsa Motown, i classici funk Woman Got Soul e Ain’t Enough, ma soprattutto gli otto, ipnotici minuti abbondanti di Still In My Head, nei quali c’è ancora una volta spazio per l’assolo del sax baritono. Ancora una menzione d’onore per il “call & response” di Callin’ Me Back e per la riuscita cover della buona vecchia Dazed & Confused, che i Led Zeppelin rubarono al misconosciuto Jake Holmes. Un grande album, dunque.

 

Voto: 8/10
Luca Sanna

Social      Record Kicks   


Audio

Video

Inizio pagina