Migliora leggibilitàStampa
28 luglio 2014

Adolescents

LA VENDETTA…

2014 - Concrete Jungle Records
[Uscita: 11/07/2014]

la_vendetta                                                   # Consigliato da Distorsioni

Adolescents equivalgono automaticamente a qualità e musica punk di ineguagliabile, ottima fattura. Il leggendario quartetto Old-School di Orange County, testimone della grande second wave californiana e seminale per tantissime bands del periodo come Social Distortion, Agent Orange, White Flag e D.I., non finisce mai di stupire e reinventare la propria formula melodica esclusiva anche oltre gli anni zero. Sin dagli esordi indimenticabili del “Blue Album” (1981), i ‘Ragazzi della Black Hole’ (punk house famosissima a Fullerton), non hanno mai avuto problemi a suonare anche concettuali, interessandosi a temi come l’odio, il sarcasmo, l’alienazione sociale, l’ingiustizia umana, la violenza contro i più deboli, senza mai rinunciare alla potenza del loro sound coinvolgente e velocissimo. E’ quello che è successo anche negli ultimi anni, a partire dal 2005, quando gli Adolescents ritornano alla ribalta con “O.C. Confidential”, seguito nel 2011 da “The Fastest Kid Alive” e “Presumed Insolent” del 2013. In questi lavori l’attenzione alle vicende di guerra odierne nonchè ad una critica sempre più aspra dell’ipocrita sistema americano, si fa sempre più imperante: ed ecco che i due giganti del gruppo Tony “Reflex” Brandenburg e Steve Soto arrivano a comporre il tanto atteso settimo album di questo 2014,  “La Vendetta”.

 

adolescentsLa band non perde occasione di muovere dai fatti scabrosi avvenuti nel 2011, quando il senzatetto schizofrenico Kelly Thomas viene ingiustamente picchiato e ucciso a morte da tre ufficiali della polizia di Fullerton; il delitto e i suoi colpevoli restano impuniti. Tutta la storia è perfettamente sintetizzata, invertendo le parti, nella copertina ed è comprensibile a questo punto  anche il titolo, che riassume perfettamente la volontà della band di dare piena voce agli oppressi, facendo valere i loro diritti contro gli abusi. La traccia principale è senza dubbio A Dish Best Served Cold, che parte con un poderoso attacco di batteria tipicamente Adolescents per poi avvolgere in un muro di spirali melodiche ricche di start’n’stop, backing vocals di Soto & Friends, su cui il ruggito di Tony si alza acido e deciso, come solo lui sa fare, fino all’epitome testuale “Revenge is a dish best served cold / We’ll never forgive / The story will be told / With this pen I’m gonna fuck you up!”, che sottolinea l’inequivocabile astio verso le deplorevoli azioni dei poliziotti americani. 

 

The Last Laugh è una chiara dedica indirizzata a Bill Bartell aka Pat Fear, carismatico frontman dei White Flag, venuto a mancare prematuramente l’anno scorso, al quale gli Adolescents erano legati moltissimo. Let It Go inno nostalgico all’innocenza e alla giovinezza dell’essere punk mai perduta. Le rimanenti tracce sono in gran parte emozionali, pessimistiche, ironiche (Double Down, Talking To Myself, Nothing Left To Say, Rinse Circle, Sanctuary & The High Cost Of Misery, Sludge), altre rivelano unaThe_Adolescents_Warped_Tour_2007 tendenza alla speranza ancora non spenta e all’amore per se stessi e gli altri (Ricochet Heart, Bulletproof, Silent Water), o una voglia fortissima di liberarsi dal dolore e divertirsi come ai vecchi tempi lungo le spiagge della Golden Land (Fukushima Lemon Twist, Formula 13, Monolith On Mountain Terrace, 30 Seconds To Malibu). 16 bombe dalla potenza straripante che si ascoltano dimenticandosi del tutto del tasto pause: dimostrano ancora una volta come dopo 34 anni esatti all’attivo e passivo, questi veterani dell’Hardcore Punk riescano tuttora a trasmettere emozioni indescrivibili, attraverso il loro stile inconfondibile, sempre più curato e rifinito negli ultimi tempi.

Voto: 7/10
Valeria Mollica

Adolescents - Facebook

Concrete Jungle Records 

 

Ascolta Let it go 

Ascolta Talking to myself  

 

Adolescents su Distorsioni Blogspot  

 


Audio

Inizio pagina