Migliora leggibilitàStampa
2 gennaio 2017 ,

Tasos Stamou

KOURA

2016 - Moving Furniture Records
[Uscita: 9/09/2016]

Grecia

 

L’occasione che ispira quest’album dell’artista ellenico Tasos Stamou, trapiantato a Londra, è uno strano quanto affascinante rituale in uso presso le zone rurali dell’isola di Creta: l’annuale tosatura delle pecore, in giugno...Ebbene sì, essa avviene tra canti, balli e ritmi pastorali propri della tradizione isolana, ad opera dei pastori che invitano conoscenti e amici ad assistervi. Su una base di pura elettronica di matrice sperimentale, invece, Stamou trasfigura questo antico rituale, "Koura", e ne ricava un disco, edito dall’etichetta olandese Moving Furniture che si occupa di musiche d’avanguardia. L’album contempla due sole tracce per la complessiva durata di una quarantina di minuti, di chiara ascendenza minimalistica, un tappeto di note monocordi e circolarmente uniformi che percorrono l’intera linea narrativa dell’opera. Suggestiva è l’eco del trattamento elettronico, già dalla prima traccia, Zither Drone, con una distesa di strumenti tradizionali filtrati elettronicamente ai limiti dello sfinimento acustico e punte sporadiche di immersione psichica nella tradizione cretese, con inserti di suoni rurali, campanelle e quant’altro, miscelati e frammisti alla dimensione squisitamente sperimentale. Chord Organ Drone, la traccia successiva e finale è una lunga filastrocca strumentale per organo trattato ed electronics, dall’andamento fortemente iterativo, potentemente suggestiva e pregna di rimandi ambient e minimalistici che inducono nell’ascoltatore un senso di labirintica quiete, una sensazione di molle caduta entro spiraliformi abissi sonori. Interessante esperimento, invero.

Voto: 6,5/10
Rocco Sapuppo

Audio

Video

Inizio pagina