Migliora leggibilitàStampa
1 marzo 2017 ,

A Winged Victory For The Sullen

IRIS

2017 - Erased Tapes Records
[Uscita: 13/01/2017]

Stati Uniti     #consigliatodadistorsioni

 

Dopo il successo ottenuto con “Atomos” (2014), A Winged Victory For The Sullen ritorna sulle scene con “Iris”, colonna sonora dell’omonimo film del regista francese Jalil Lespert. La predisposizione per le atmosfere rarefatte e l’attitudine al minimalismo cinematografico di Adam Wiltzie e Dustin O'Halloran sono utilizzate, ancora una volta, per costruire scenografie e ambientazioni a supporto di una narrazione. Le musiche fanno da sfondo a un thriller ambientato a Parigi, carico di tensione, turbamenti, eros ed inquietudini. Il risultato finale, come per molti lavori di A Winged Victory For The Sullen, è un album che intreccia insieme magnificenza e stupore, oscurità e malinconia.    

Il Prologue Iris costituisce una sorta di introduzione al film, in cui un’atmosfera carica di attesa accresce l’inquietudine per l’arrivo di un evento che cambierà le esistenze dei protagonisti. Il pathos cresce ulteriormente in Retour au Champs de Mars, caratterizzato dalla persistenza dei synth modulari di Francesco Donadello, ingegnere del suono trasferitosi a Berlino e grande amico di Dustin O'Halloran. Le ombre emergono dal passato in Fantasme, mentre nella splendida Gare du Nord Part One la melodia che costituisce l’asse portante di tutto il film è intrecciata in una trama che nasce armoniosa e si sviluppa in un crescendo di tensione ed inquietudine. Forme evanescenti ed incorporee emergono in L'embauche e in Le Renversement, mentre l’inquietudine avvolge l’ascoltatore in Le Retour en Foret e nella successiva Metro Part Three. Il tema portante del film è ripreso in forme più lente e armoniose nella splendida Galerie, mentre un minimalismo dalla forme quasi sacre caratterizza Normandie. A Comme on a Dit spetta il compito di chiudere l’album con sonorità che mescolano insieme melanconia e una tristezza legata a un sottile filo di speranza. Un lavoro davvero notevole.

Voto: 8/10
Felice Marotta

Audio

Video

Inizio pagina