Migliora leggibilitàStampa
2 novembre 2015 ,

Chris Cornell

HIGHER TRUTH

2015 - Universal Music Group
[Uscita: 18/09/2015]

Stati Uniti

 

truth

La carriera solista di Chris Cornell sembra essersi finalmente assestata sulla retta via. Gli ammiratori della voce di Black Hole Sun si ricorderanno della delusione provata all'ascolto di “Scream”, disco orrendo uscito nel tentativo di dare una svolta pop ad un musicista che di pop non aveva proprio nulla.

Un percorso artistico, quello di Cornell, molto variegato: nasce come cantante dei Soundgarden, gruppo grunge in cui, poco più che ventenne, grida la disperazione della sua generazione; finita la parentesi Soundgarden si avvia verso una carriera più pop per poi approdare a quel capolavoro che è “Songbook”, disco pubblicato qualche anno fa con  voce e la chitarra acustica in evidenza È proprio da Songbook che trae le sue radici “Higher Truth”, un disco decisamente sopra la media in cui la timbrica unica del cantante americano la fa da padrona ed in cui Chris, suonando tutti gli strumenti, ha impegnato cuore ed anima. Anche i brani più semplici e lineari non risultano noiosi, anzi si dimostrano estremamente orecchiabili.

 

 L'album si apre con Nearly Forgot My Broken Heart, il singolo estratto ed accompagnato da un ottimo videoclip diretto da Jessie Hill, un brano in cui il protagonista sopravvive alla fine di una storia d'amore e mantiene comunque una vena di speranza per il futuro. Dead Wishes e Worried Moon sono due pennellate di tutto rilievo con la voce di Cornell che cornellregala grandi emozioni. 

Before We Disappear e Through The Window sono i due brani più distesi dell'intero disco, caratterizzati da una disarmante semplicità musicale, che però non penalizza, anzi consolida la struttura melodica dei brani regalando meravigliosi intrecci tra ritmiche e voce. Procedendo nella tracklist si possono trovare (come nella title track) molti echi beatlesiani, compresa Circling, penultima traccia del disco che, pur classificandosi tra i brani meno ispirati, risulta, grazie alla sua dolcezza, una canzone dalla qualità superiore alla media dei brani oggi in circolazione. Higher Truth è il disco che conferma la maturità artistica di Chris Cornell, un lavoro semplice e schietto che come il precedente Songbook  è destinato a regalare al pubblico dal vivo intense emozioni.

Voto: 7/10
Andrea Ghignone

Audio

Video

Inizio pagina