Migliora leggibilitàStampa
27 ottobre 2014 ,

AAVV

GLITTERBEAT: DUBS & VERSIONS I

2014 - Glitterbeat Records
[Uscita: 17/10/2014]

Europa-Africa-Giamaica
Glitterbeat-Dubs-Versions-1-300x300Meno di due anni sono bastati alla Glitterbeat Records per imporsi come una delle etichette più interessanti e dinamiche nel panorama della musica etnica, un catalogo che ha offerto alcune delle cose migliori ascoltate quest’anno e non solamente in ambito world. Alcuni dei nomi di punta della label li ritroviamo in questo primo volume di remix che raccoglie versioni di brani di Ben Zabo, Samba Touré, Aminata Wassidje Traorè, Tamikrest, Lobi Traoré e Dirtmusic. Tutti artisti provenienti dall’Africa subsahariana con la parziale eccezione dei Dirtmusic di Chris Eckman, fondatore dell’etichetta, e Hugo Race, ma ai cui dischi danno un contributo determinante musicisti maliani. A reinterpretare e manipolare i brani sono stati chiamati nomi illustri della scena dub e elettronica, a partire da due autentiche leggende come Dennis Bovell e Mark Stewart, i musicisti elettronici tedeschi Schneider Tm ed Harmonious Thelonious, l’artista anglo-ghanese Larry Achiampong. L’incontro fra artisti occidentali e musicisti provenienti da altre regioni del mondo non è ovviamente un inedito, basti pensare allo straordinario Nusrat Fateh Ali Khan remixato dai Massive Attack, e anche in questo caso i risultati raggiunti appaiono decisamente interessanti nell’inevitabile ritorno degli stilemi del reggae e del dub nel continente in cui tutto ha avuto origine.

 

bovell1-300x206Si comincia con Dennis Bovell alle prese con Aye Go Mila di Samba Traoré dilatata secondo gli stilemi del dub e con largo uso di echi, utilizzati dallo stesso artista giamaicano anche per Itous dei Tamikrest, le cui atmosfere sahariane sembrano allungarsi in lontananze fuori dal tempo fra le fate morgane di allucinazioni desertiche. Di Mark Ernestus che già da un decennio si interessa alla musica africana - ha lavorato con Konono no1 e Tony Allen - vengono riproposti i due brani dell’ep uscito nel2786 2013 in cui remixa il giovane Ben Zabo, artista maliano dalla energica forza ritmica. Il trattamento esalta il suono potente del basso e le dilatazioni temporali del dub e dei riverberi. Danna di Zabo è trattato anche da Harmonious Thelonious che lavora sul ritmo e sulle voci misteriose che nell’eco evocano grandi spazi e accesi colori tropicali. Studio Zuma, moniker dello stesso patron della label Chris Eckman, trasforma Na mark-stewart480360xYa, sempre di Zabo, in un indolente reggae da dancefloor. Molto suggestivo il modo con cui Schneider Tm, soprattutto attraverso il trattamento della voce, lancia le atmosfere afro di Samba Traorè in un ipnotico viaggio al tempo stesso futuribile e ancestrale. Mark Stewart infiamma come in un folle videogioco le atmosfere desertiche dei Dirtmusic, Noizinja trasforma la voce di Aminata Wassidjé Traoré grazie al synth e agli echi, impolverando la voce del deserto con suoni metropolitani. Infine Larry Achiampong depotenzia la chitarra hendrixiana del grande Lobi Traoré con giochi di loop e voci ossessivamente ripetute. 

Voto: 7/10
Ignazio Gulotta

foto 2: Dennis Bovell - foto 3: Harmonious Thelonious - foto 4: Mark Stewart

 

Glitterbeat Records


Audio

Video

Inizio pagina