Migliora leggibilitàStampa
20 febbraio 2012 ,

Tim 'Love' Lee

FULLY BEARDED (15 YEARS OF TUMMY TOUCH IN DUB)

2011 - Tummy Touch Records/Goodfellas
[Uscita: 7/11/2011]

Il Producer e Dj Tim "Love" Lee ha commemorato i primi 15 anni della sua etichetta, la Tummy Touch Records, con una raccolta di remixes "in dub" intitolata "Fully Bearded (15 Years of Tummy Touch in Dub)". La Tummy Touch era una piccola etichetta che è diventata immediatamente un culto reinventando in qualche modo la dance music. La continua innovazione, e la "visione" personalissima del suo fondatore Tim "Love" Lee ha permesso a questa piccola realtà dell'East London di raccogliere sempre più fan ed apprezzamenti in campo internazionale, fino a trasferire la sua sede a Brooklyn, New York, e diventare una delle etichette più influenti con un roster che può annoverare nomi di primo piano quali: Groove Armada, Phenomenal Handclap Band, Tom Vek. Ritmi dance, trip-hop e downtempo si susseguono in salsa dub nell'ascolto di questo interessantissimo album. Il disco è stato mixato usando antichi banchi mixer radiofonici, questo passaggio ha creato una vera e propria pellicola vintage che avvolge l'ascoltatore e lo fa ritornare indietro di 40 anni, quando veri e propri pioneri come Mad Professor e Dennis Bovell avrebbero poi ispirato le produzioni dei vari Adrian Sherwood, Scritti Politti e XTC.

 

Questo disco è davvero una produzione trasversale, che si serve dei generi per superarli, un prodotto appetibile per tutti i padiglioni auricolari, in ogni pezzo è riconoscibile la mano di Tim Lee che in questi remix sembra proprio divertirsi regalando agli ascoltatori un'opera di alta cesellatura auditiva. Una delle tracce più godibili è Shameless Dub dei Groove Armada feat. Bryan Ferry, traccia che vede nell'ex Roxy Music una delle tante partecipazioni di lusso presenti in questo album celebrativo. Il pezzo che però riassume in toto lo spirito di questa pubblicazione non può essere che Dub One, di Bud Bongo, il primo missaggio dub in assoluto di Tim Love Lee; datato 1994 questo brano parte come una locomotiva e trasporta l'ascoltatore sui binari di un giro di basso caldo ed ipnotico. "Fully Bearded" fa parte di quella serie di dischi che, pur non essendo un classico, gode di un posto privilegiato accanto al lettore cd, il classico canotto di salvataggio che toglie gli imbarazzi e mette tutti d'accordo, dall'hipster di London East alla fighetta della "Milano da bere".

 

Nick Zurlo
Inizio pagina