Migliora leggibilitàStampa
16 settembre 2017 , ,

American Anymen

FLAG BURNER EP

2017 - Autoproduzione
[Uscita: 15/09/2017]

Stati Uniti

 

flag burnerL’elezione di Trump alla Casa Bianca ha avuto perlomeno il merito di risvegliare le coscienze “politiche” di moltissime band americane e non solo. Non potevano mancare all’appello gli American Anymen, uno dei gruppi in assoluto più politicizzati dei nostri giorni, in uscita con il nuovo EP “Flag Burner”. Tre canzoni ampiamente sufficienti per carpire il messaggio che il quartetto di New York vuole lanciare con il suo mix di folk, punk e hip-hop diretto e aggressivo, accentuato dalla voce rabbiosa e biascicata del cantante, chitarrista e songwriter Brett Sullivan: il sogno americano è andato in frantumi, drogato dal populismo e dalla paura di quella diversità che è alla base della società a stelle e strisce. In tutte le tre canzoni che compongono il dodicesimo capitolo in studio della band (Flag Burner, President 2, Late for the Party) il riferimento a Trump è senza filtri o metafore ed esprime tutto lo sdegno per il tradimento con cui il popolo americano ha rinnegato se stesso.

american-anymenSorvolando sui contenuti strettamente musicali del disco, che ad ogni modo non ci sembrano d’irrinunciabile qualità, questo Flag Burner è comunque un utile termometro per valutare la reazione della parte intellettuale/progressista dell’America dopo i primi (e già controversi) mesi della nuova presidenza.


Voto: 6/10
Riccardo Resta

Audio

Video

Inizio pagina