Migliora leggibilitàStampa
12 dicembre 2016 , ,

Burnt Belief

EMERGENT

2016 - Alchemy Records
[Uscita: 7/10/2016]

Australia-Stati Uniti    #consigliatodadistorsioni

 

Una apparente semplicità spesso nasconde elementi insoluti. Talvolta è sufficiente una scrupolosa messa a fuoco per fare emergere inaspettate percezioni. E' questo l'imprevedibile fil rouge che lega tra loro le otto tracce strumentali di “Emergent”, ennesimo capitolo artistico confezionato dal connubio Edwin-Durant. A due anni esatti dal precedente “Etimology” il talentuoso bassista di Melbourne -colonna dei Porcupine Tree- e lo sperimentale musicista statunitense ritornano sulla scena per chiudere idealmente una trilogia di opere ispirate dai reconditi meccanismi celebrali che influenzano le umane coscienze e conoscenze. Una suggestiva esplorazione di territori sonori che travalicano l'ordinario, non facilmente apprezzabili se non dopo una serie accurata di ascolti. Reduce da precedenti collaborazioni al fianco dello sperimentale duo, il percussionista originario di Boston Vinny Sabatino (Santana, Nightshift) per l'occasione, assume a tutti gli effetti il ruolo di terzo elemento del progetto Burnt Belief assistendo ininterrottamente con il suo preciso drumming le evoluzioni delle linee del basso di Edwin o delle aure ipnotiche della ritmica di Durant.

 

Otto composizioni, interamente strumentali, compongono la scaletta di “Emergent”; è un susseguirsi di istantanee sonore dalle tinte garbatamente attonite, talvolta dai tratti cinematografici, che non dispensano particolari sussulti all'interno della ordinata tabella di avanzamento. Echi fusion, sperimentali richiami alla world music ed evocazioni ambient; ma soprattutto tecnica sopraffina di esecuzione. Colin Edwin -lontano dai mood Porcupine Tree- dispensa monumentali fretless così come il socio a stelle e strisce, Jon, regala intensi intrecci della sei corde. E' impossibile rimanere indifferenti attraversando gli undici minuti della magnetica Turning Torso o le arie compassate della track list. E se Until the Stars Go Out trasuda del pathos crepuscolare tipico di certi soundtrack noir l'epilogo Ghosts Aquatic illumina attraverso i suoi dilatati rintocchi diafane visioni subacquee.

 

Emergent” è un elementare ed elegante mondo sonoro, avaro di parole, in cui merita di essere trasportati; contemplarne la sua natura solo esteriormente è concettualmente errato. Per apprezzare le insite e inaspettate sensazioni che custodisce necessitano l'abbandono ad un ascolto attento ed una veemente perlustrazione delle trame narrative. La stessa attenta esplorazione compiuta dall'insetto nel fiore. Parola di Burnt Belief.

 

Voto: 7,5/10
Alessandro Freschi

Official      Social

Alchemy Records      


Audio

Video

Inizio pagina