Migliora leggibilitàStampa
4 ottobre 2016

Niccolò Fabi

UNA SOMMA DI PICCOLE COSE

2016 - Universal Music
[Uscita: 22/04/2016]

7164891ENiccolò Fabi il vincitore del Premio Tenco 2016, il più autorevole concorso nazionale sulla canzone d’autore italiana, nella categoria miglior album dell’anno. L’album si chiama Una somma di piccole cose e pur non avendo ascoltato tutte le opere in concorso possiamo tranquillamente affermare che questo riconoscimento ci sembra alquanto meritato. In questo disco, che arriva a ben quattro anni dal precedente “Ecco”, Fabi fa tutto da solo: se la scrive, se la canta e se la suona tutta in solitaria realizzando un album delicatissimo e minimale (non ci sono batteria o percussioni) e a volte quasi sussurrato anche quando le parole diventano disincantata invettiva (Ha perso la città) e ancor più quando la vena è intimistica e più personale come nella struggente, anzi, quasi commovente, Facciamo finta accompagnata dalla chitarra acustica, strumento che domina quasi interamente l’album cedendo il passo al pianoforte solo in poche ma bellissime canzoni quali Una mano sugli occhi e la breve e conclusiva Vince chi molla.

 

Un album, ovviamente, in cui gli arrangiamenti sono ridotti al minimo anche se poi nella metaforica Non vale più ritroviamo dei cori quasi westcoastiani nonostante le influenze dichiarate siano quelle di Sufjan Stevens, Damien Rice, Ben Howard e Bon Iver. Un album fabiche mette d’accordo il mainstream nazionale (pare che abbia venduto moltissimo) e i sostenitori più oltranzisti della canzone d’autore che qui ritrovano quelle atmosfere ovattate e soffuse proprie di certi apprezzati cantautori molto più di nicchia. Un album dove i testi, siano intimisti o più “rivoluzionari”, hanno un notevole impatto emotivo che apparentemente sfiora il pessimismo, ma che oltre il senso di disincanto lanciano invece barlumi di speranza non solo riguardanti il sociale ma anche rivolti a quell’uomo che vi si muove all’interno. C’è anche spazio per una bella cover, il brano Le cose non si mettono bene degli Hellosocrate, band apprezzata da Niccolò Fabi che in questo modo rende omaggio/tributo al leader del gruppo Alessandro Dimito, prematuramente scomparso.

 

Voto: 7/10
Maurizio Pupi Bracali

Audio

Video

Inizio pagina