Migliora leggibilitàStampa
24 aprile 2017 , ,

Davide Buffoli

THE GRAND SLAM (EP)

2017 - EP - Autoproduzione
[Uscita: 15/04/2017]

#consigliatodadistorsioni        

 

buffoliQualcuno sostiene che la scorta dei riff e degli assolo di chitarra elettrica si è inevitabilmente esaurita col trascorrere degli anni. Sta ai musicisti dimostrare che le cose stanno in altro modo. Davide Buffoli ci dice che per lui non è così e si muove con la  consueta tranquillità sul terreno del rock più classico.

Diciamo “consueta” perché lo conosciamo da diversi anni e ci ha colpito fin da principio per la sua bravura e per la freschezza delle sue canzoni. Per darvi un'idea della sua musica farò un paio di nomi: Eagles e Tom Petty & The Heartbreakers. Dei riff e degli assolo abbiamo detto, ma ad essi si aggiunge uno straordinario senso della melodia (Davide canta anche le armonie vocali grazie alle sovraincisioni).

 

Si parte con la title track e un fraseggio che piacerebbe a Keith Richards. Si può dire lo stesso per il secondo brano, Born In The'70s. La tensione si allenta con il terzo, Walking buffoli1With You, una classica rock ballad impreziosita dal coro e dalle chitarre. Eyes On Me è di nuovo veloce e apre la strada a My Favorite Hour, la canzone più bella di questo mini cd. Il piano elettrico di Stefano Berto, la voce di Davide, quella ammaliante di Miriam Cossar e il banjo (sempre Davide) creano un suono originale e distante da quello che va per la maggiore in Italia. 

Non è questa la sede per una discussione - l'ennesima e inconcludente - sull'inglese sì o no. D'altra parte dobbiamo prendere atto che Davide Buffoli il problema se l'è posto e ha deciso di risolverlo con l'aiuto di una Personal English Consultant,  Marissa Frost. Il risultato - anche grazie alla musica - ci sembra più che appezzabile.   

 

Voto: 8/10
Giancarlo Susanna

Audio

Inizio pagina