Migliora leggibilitàStampa
15 marzo 2014

Barbara Cavaleri

SO RARE

2014 - Wasabi/Promorama
[Uscita: 03/03/2014]

barbara_cavaleriSin da bambina studia canto presso il Conservatorio della natia Novara. La passione per il gospel la porta ad approfondire gli studi di tecnica vocale e ad esibirsi in pubblico con diverse formazioni fino all'età di 19 anni. L'interesse per la recitazione la spinge, nel 2002, a trasferirsi a Milano dove, fino al 2006,  studia come performer e si cimenta in varie esperienze teatrali. E' durante questo periodo di intense e multiformi frequentazioni artistiche che Barbara Cavaleri incontra Leziero Rescigno, Lagash, i La Crus seguendo un percorso che la porterà ad incidere nel 2006 “Ad un passo dal sogno”, il suo primo album da interprete. Il desiderio di ricerca e di sperimentazione la spinge, nel 2008, a trasferirsi a Londra dove studia canto e improvvisazione jazz alla Goldsmith's University continuando ad esibirsi sia come cantante che come attrice.  E' proprio durante il soggiorno londinese che vede la luce “Someone's Speaking”, lavoro che verrà distribuito non solo nel Regno Unito, ma anche in buona parte d'Europa. Sempre a Londra prendono forma gran parte dei brani che entreranno a far parte di questo nuovo “So Rare”. In perfetta solitudine, alternandosi fra piano e chitarra, colorando le canzoni con sonorità tratte per lo più da oggetti di uso comune e avvalendosi, spartanamente, di un solo microfono, Barbara riesce a fondere in un unicum le sue caleidoscopiche fonti d'ispirazione. Decisa a dar forma concreta alle sue creazioni, l'artista novarese torna a Milano dove ritrova Leziero Rescigno col quale registra, fra il 2012 e il 2013 il suo terzo album nato grazie ad un crowdfunding che in breve tempo le consente di ottenere il budget necessario.

 

Affiancata oltre che da Rescigno (produzione artistica, batteria, synth ed elettronica), da musicisti quali Alberto Pirovano (chitarre, mandolino, ukulele, banjo, voce) e Giuseppe Fiori al basso, la Cavaleri ci presenta 10 tracce che miscelano in varia misura P.J. Harvey, Feist, Suzanne Vega, St. Vincent, Bat for Lashes ed il bagaglio di esperienze accumulate in questi anni di continua ricerca artistica e umana. Desire, scelto come primo singolo, deve molto alla lezione della Harvey ed è un brano che potrebbe risultare un ottimo apripista cosi come le successive Holes e Just do it again. Le intrigantiCavaleri 7 Ok So rare e Rainbow fluttuano fra eleganti sfumature elettroniche e suadenti  ricami acustici, mettendo in risalto la voce calda ed espressiva dell'artista che con November convince appieno regalandoci una straniante e malinconica performance melodica che scivola sognante su un fluido arabesco di delicate sonorizzazioni elettroniche. Chiudono le nostalgiche e gradevoli Home e Don't disappear, ballate acustiche in cui molto è presente il soffio ispiratore della Suzanne Vega della prima metà degli anni '90. Registrato, missato e masterizzato con cura da Max Lotti, arricchito da un'accattivante veste grafica realizzata da Federico Cadenazzi che si fonde con la bella foto di copertina di Cevì, So Rare, pur essendo da un punto di vista cronologico il terzo album di Barbara Cavaleri, può considerarsi a tutti gli effetti il vero punto di partenza di un'artista che dopo un lungo cammino fatto di esperienze e sperimentazioni, giunge finalmente a proporre un proprio discorso espressivo che, ne siamo certi, non mancherà di produrre frutti ancor più maturi in un futuro non lontano.

 

Voto: 6.5/10
Maurizio Galasso

Video

Inizio pagina