Migliora leggibilitàStampa
29 marzo 2019 ,

Macchina Pneumatica

RIFLESSI E MASCHERE

2019 - Black Widow Records
[Uscita: 19/01/2019]

Macchina Pneumatica - CoverDentro il riflesso la specularità della realtà, dietro la maschera una insidiosa apparenza. L'esatto contrario ed il trucco con l'inganno. Attingono dal quotidiano, prendendo le distanze da prevedibili voli pindarici, le intuizioni artistiche di Riflessi e Maschere prova d'esordio dei milanesi Macchina Pneumatica sotto l'egida della Black Widow Records. Liriche mai banali, sonorità essenziali sospese tra hard-rock di matrice seventies ed incursioni in eleganti scenari jazz-rock rappresentano il consistente biglietto da visita di questo progetto che prende corpo nel 2013 in chiave esclusivamente strumentale e si evolve inserendo in pianta stabile un vocalist (Raffaele Gigliotti) dalla timbrica potente e duttile.

Sin dalle prime note del psichedelico opener de Gli Abitanti del Pianeta, una tormentata visione aliena sulle sorti dell'umanità, sono le tastiere di Carlo Fiore (con il bassista Carlo Giustiniani co-fondatore della band) a guadagnarsi il centro del proscenio, un leit-motiv che si rivelerà persuasiva costante nell'evoluzione di un disco contrassegnato per lunghi tratti da linee di hammond, synth e piano elettrico. Ritmica concitata, dai tratti aggressivamente retrò e quasi cinematografici Quadrato anticipa Come me, traccia dal melodico retrogusto prog.

Macchina Pneumatica - BandE se le crisi esistenziali raccontate in Avvoltoi si colorano di sofisticata fusion, Sopravvivo per Me affonda con successo i suoi fendenti hard nel bel mezzo di accattivanti grooves vintage-funk. Il degno epilogo è affidato ai dieci minuti della suite strumentale che prende il titolo dal monicker del gruppo (ma potrebbe essere valido pure il contrario) nella quale si lascia apprezzare il valente interplay tra le forze in gioco abili nel tratteggiare vigorose armonie jazzate cariche di suggestivo pathos.

Detto, per onore di cronaca, che le parti alla batteria sono quasi totalmente opera dell'uscente Michel Nesti (l'attuale sostituto Vincenzo Vitagliano è presente in una sola traccia) “Riflessi e Maschere” appare prova audace e convincente che al merito di Macchina Pneumatica - Band (2)attingere ispirazione dai classici stilemi del repertorio rock tricolore degli anni settanta, senza assomigliare in definitiva a nessuno in particolare, ed assumendo una precisa e decisa identità artistica. Allontanandosi da ingombranti confronti (sarebbe fin troppo scontato tirare in ballo assonanze con Perigeo, Balletto di Bronzo o Rovescio della Medaglia) l'occasione appare giusta per celebrare la scesa in campo di un originale combo dalle inequivocabili potenzialità. E che non brilla di luce riflessa. 

 

Voto: 7,5/10
Alessandro Freschi

Audio

Inizio pagina