Migliora leggibilitàStampa
16 settembre 2012 ,

Settore Giada

PER ELISA

2012 - Seahorse Recording/Audioglobe
[Uscita: 14/09/2012]

SETTORE GIADA  “Per Elisa”  Seahorse Recording/Audioglobe  Storie profonde. Storie dal lato oscuro. Suoni che lacerano l’anima. Suoni che ammaliano. L’esperienza d’ascolto del Settore Giada è esplosiva. “Elisa ha un incidente, Elisa non ricorda…”. La title track è un’eruzione di dolore in musica e parole. Viva, nel suo profumo di morte, intorno a noi. Alan Bagge disegna percorsi ritmici ipnotici e potenti. Ali Salvioni tesse parole recitate e armonie strazianti e straziate: meravigliosa. Un album che si fa desiderare sin dall’intro strumentale. È necessario ascoltare.  Angelo è un sogno umbratile e visionario, una caleidoscopica descrizione di una realtà metropolitana gemente a pochi passi da noi. Fra Le Ombre e i Depeche Mode.  Ali gestisce, produce e crea suoni da un altrove che è dentro di noi. Un duo dalla Svizzera italiana. Un duo dall’universo dell’arte. Emozionanti e dolci nella loro fuga oscura. Sogno lucido attraversa i timpani e il cervello e il cuore riportando alla memoria echi di Faust’O o del primo, sperimentale Garbo.

 

La perizia compositiva e letteraria di Ali Salvioni (voce, basso, hang,  drum programming) e la potenza espressiva della ritmica creativa di Alan Bagge (batteria) abbagliano in Candy, soave e ardente pop/post/rock. Martire è post wave o pre wave; è una inquietante, irresistibile grande canzone (“voglio bruciare in questo inverno eterno”). Potenti, comunicativi, psichedelici senza averne l’aria. Il recitato di Occhi stravolto da una rapsodia elettro punk è pura poesia lisergica. “Chiudi gli occhi, dammi la mano, puoi sentire il mio cuore battere”. Un album straordinario. Il recitato diventa melodia, le dissonanze accarezzano con le unghie il cuore e il cervello lasciando scie di meraviglia e godimento.

 

Fase due: quattro remix da brividi. Animanera (Anselm Caminada remix) è puro underground. Distant Places (Shuffle&Boost remix) è una pergamena d’autore. Elettronica umana o umani che finalmente dominano l’elettronica. Al vecchio glorioso Captain Trip Jerry Garcia sarebbe piaciuto. Animanera (Peer Seemann remix) è uno scontro frontale fra Panoramics e Bluvertigo. Sublime. Le chitarre di Teo Suvoli e le tastiere di Peer Seemann ornano un disco già stupefacente per maturità e bellezza. Ma è l’epilogo solenne, magico, malinconico di Distant places (Me. Man. remix) a definire la grandezza, gli esatti contorni di un disco che comunque non ha confini. Esistono momenti in cui è inutile cercare di descrivere le emozioni. Questo è uno di quei momenti. Meraviglioso.

Maurizio Galasso

Video

Inizio pagina