Migliora leggibilitàStampa
11 giugno 2017 , ,

L'ira del Baccano

PARADOX HOURGLASS

2017 - Subsound Records
[Uscita: 14/04/2017]

Dopo gli ottimi risultati ottenuti con “Terra 42” (2014), L’Ira Del Baccano rilascia il nuovo full length denominato “Paradox Hourglass” sempre per la Subsound Records. La band romana, composta da Alessandro “Drughito” Santori alla chitarra, Roberto Malerba alla chitarra e synth, Sandro “Fred” Salvi alla batteria e Ivan Contini Bacchisio al basso, prosegue nella realizzazione di lunghe suite strumentali che trovano nell’immaginario legato al simbolismo e all’alchimia i temi predominanti. A caratterizzare la band c’è sempre l’attitudine al jamming, quello prediletto dai Greateful Dead e dagli Hawkind, che si concretizza in lunghissime sessioni strumentali che nascono da un desiderio di libertà, nel quale la mente possa affrancarsi dai vincoli della realtà contingente. Se "Si Non Sedes iS" (2013) era una sorta di porta alchemica verso un mondo ulteriore e se “Terra 42”, ispirato al libro cult “Guida Galattica Per Autostoppisti”, era un paradossale viaggio attraverso il cosmo, questo “Paradox Hourglass” si sviluppa come un ulteriore percorso con cui oltrepassare i confini dell’apparenza.

 

La splendida copertina dell’illustratore Fabio Listrani mostra un vecchio eremita che, assorto in meditazione, cerca di cogliere le energie dell’universo e delle sue simbologie. L’album è diviso in due parti. Nella prima parte la suite Paradox Hourglass si sviluppa come un lungo viaggio psych-prog che risente delle influenze degli Spiritual Beggars e dei primi Rush. Sebbene l’album presenti complessivamente un suono meno duro rispetto ai precedenti lavori, in Abilene la band romana dà peso al suono con riff più heavy e con improvvisi cambi di ritmo. La conclusiva The Blind Phoenix Rises sviluppa un doom più lento alternato ad improvvise accelerazioni psichedeliche. “Paradox Hourglass” è certamente l’album della maturità per la formazione romana.

Voto: 6,5/10
Felice Marotta

Official     Social   

Subsound Records  


Audio

Video

Inizio pagina