Migliora leggibilitàStampa
26 ottobre 2017 , ,

Glad Tree

OSTINATOBLU

2017 - M.P. & Records
[Uscita: 22/09/2017]

A due anni esatti dalla prova d'esordio “Onda luminosa” esce in questi giorni Ostinatobluinedito capitolo discografico della formazione Glad Tree capitanata da Marcello Capra. Il talentuoso chitarrista e compositore torinese è l'artefice di questo originale progetto musicale che spazia libero in territori jazz, blues e world; il percussionista indiano Kamod Raj Palampuri e l'eccellente flautista Lanfranco Costanza sono stati suoi compagni di viaggio nel debutto del 2015, opera di intuizioni etniche che ha riscosso notevoli consensi. Adesso, per questa nuova fatica, in sostituzione di Palampuri fa il suo ingresso nelle file Glad Tree il tastierista Mario Bruno, membro con Capra ad inizio settanta della progressive band Procession.

 

Dalle dieci tracce strumentali di Ostinatoblu - prodotto dalla M.P. & Records di Vannuccio Zanella - emergono incontrastati gli importanti retroterra artistici in possesso dei musicisti in gioco, dando luogo a una talentuosa performance. Blues acustico, echi di folk-prog (le melodiose arie del flauto e del corno rimandano in più di un episodio alle atmosfere tipiche dei primi Jethro Tull) e sporadici lampi jazzistici animano una tracklist che ha nei movimenti Hardog, Canone e Ostinato i suoi passaggi più coinvolgenti. Ad arricchire le trame di Ostinatoblu, la presenza della rivisitazione dei classici Mystery Train (scritta nel 1953 da Junior Parker e Sam Philip) e Waiting for the right time (l'electric blues di John Mayall contenuto originariamente nell'album "Empty Rooms") nonché, in chiusura di disco, il personale omaggio a Johann Sebastian Bach (e perché no, a Ian Anderson e soci) "Bourrée" dalla suite in Mi Minore per liuto.

Capra, Costanza e Bruno gettano sul tavolo tecnica, ispirazione, intesa e soprattutto un sopraffino bagaglio di vita accumulato in decenni di sperimentazione musicale. Un disco - se vogliamo - gradevolmente impegnato, da ascoltare comunque tutto di un fiato, in cui sarà spontaneo stabilire il contatto con l'anima blues di questi tre moschettieri dei giorni nostri. Ed inevitabilmente emozionarsi. 

 

Voto: 7/10
Alessandro Freschi

Official      Social   

M.P. & Records    


Video

Inizio pagina